contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
articolo

Falconara: sfida tv tra Brandoni e Lodolini, il confronto prosegue a Castelferretti

3' di lettura
1367

voto
Ultimo confronto tv per i contendenti alla fascia di sindaco. Faccia a faccia stile americano per Emanuele Lodolini e Goffredo Brandoni ospiti dell\'emittente ètv e sottoposti alle domande del giornalista Lucio Cristino e del pubblico a casa che poteva intervenire in trasmissione con sms o telefonando in studio. Tanti i temi affrontati dai due candidati approdati al secondo turno dopo la tornata elettorale di dieci giorni fa. Un \"duello\" dai toni pacati ma decisi.

Con Lodolini a battere l\'argomento della stabilità e dell\'innovazione e Brandoni a puntare sul rinnovamento amministrativo che potrebbe portare il centrodestra dopo anni di governi di segno opposto. \"Fano cresce perché ha cambiato - ha detto il candidato del Pdl -, a San Benedetto c\'è alternanza, perché Falconara è immobile e nonostante il Pd abbia rovinato la città non si ha il coraggio di cambiare? Questa è l\'ultima occasione per farlo\". Su tutto aleggia lo spettro dei disastrati conti pubblici. Lodolini si difende ricordando che \"il Pd è nato il 14 ottobre ed è garanzia di stabilità perché in caso di vittoria avrebbe 10 consiglieri su 12 di maggioranza. Il centrodestra invece si è presentato diviso\".

Per risanare il bilancio i due si dicono concordi sulla ricetta: riconoscimento alla città del ruolo strategico e di servizio per Provincia e Regione, finanziamento della legge sulle accise per le città sedi di impianti di raffinazione e pagamento dell\'Api dell\'Ici sulle piattaforme petrolifere e sulla centrale Igcc. Come? Brandoni ha confessato di essersi messo in contatto già mercoledì scorso con la segreteria dell\'onorevole Giulio Tremonti. Lodolini ha proposto ai parlamentari del Pd la creazione di un intergruppo per risolvere la questione.

E ancora sicurezza. Lodolini: \"E\' un tema prioritario che non va trattato con demagogia. Serve un contratto per la sicurezza dove ogni soggetto, forze dell\'ordine e politica, abbia il proprio ruolo sul territorio. Tolleranza zero, prevenzione mille\"

Brandoni: \"Più illuminazione per la zona della stazione, videosorveglianza per la spiaggia e massima collaborazione tra polizia municipale e carabinieri. Sono contrario alle ronde\"

Bypass ferroviario. Lodolini: \"Un processo da governare. Occorre valutare il progetto considerando che dietro il by pass c\'è la soluzione dell\'arretramento della linea Adriatica, permetterà l\'apertura di Villanova al mare e toglierà il passaggio dei treni all\'interno della Raffineria\"

Brandoni: \"Non mandiamo indietro i soldi ma sfruttiamoli. Non per il cosiddetto bypassino ma come un primo stralcio del più grande progetto che prevede l\'arretramento della ferrovia da Marina di Montemarciano a Varano\"

Nel finale arriva il capitolo Esino Entrate con Brandoni deciso a chiudere \"una società carrozzone che solo nel 2007 si è accorta dell\'ici Api\" e Lodolini, più cauto, che si è detto pronto a verificare questa possibilità. Temi che saranno senz\'altro riproposti stasera - dal vivo - al circolo Quercetti di Castelferretti dove in due candidati sono stati chiamati all\'ennesimo confronto pubblico, prima di accogliere i big della politica: Mario Baldassarri domani e Piero Fassino venerdì.



voto

Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 aprile 2008 - 1367 letture