contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: sul rigassificatore cauta apertura di Binci

2' di lettura
1074

massimo binci
Il Consigliere Regionale di Sinistra Democratica,  Massimo Binci , in merito alla richiesta API, di realizzare un rigassificatore a largo di Falconara, ricorda che un altro progetto per la realizzazione di un terminale offshore per la rigassificazione di gas naturale liquido  (GNL) è già stato presentato da Gaz de France, a largo di  Porto Recanati,  il gas  sarà rigassificato a trenta chilometri dalla costa da una nave  e immesso in rete   attraverso un  metanodotto sottomarino.
Nel mondo ci sono 51 rigassificatori.
Attualmente in Italia è attivo un solo rigassificatore a Panigaglia (La Spezia) ma per diversificare le fonti di approvvigionamento rispetto ai gasdotti sono incentivate la costruzione di 4 o 5 rigassificatori.

Quindi è possibile valutare un progetto di rigassificatore davanti alle coste marchigiane , ma certamente l’ipotesi di due rigassificatori in una sola regione non è né sensata né necessaria.

E\' urgente predisporre un Piano Energetico Nazionale che indichi quanto gas serve, ricordando che il gas è comunque una fonte fossile da utilizzare nel breve medio periodo e sapendo che bisogna sviluppare le fonti rinnovabili per una vera autonomia energetica del nostro paese.
Quindi i progetti preliminari presentati da Gaz de France ed Api vanno valutati attentamente dal punto di vista tecnico, della sicurezza, e dell’inserimento nel contesto territoriale.

Va considerata l’entità dei potenziamenti necessari per la rete nazionale di trasporto del gas, la profondità delle acque, e la distanza dalla costa che ai fini della sicurezza deve essere sui trenta chilometri.

Quindi per il momento nessun disco verde, in quanto la maggioranza regionale avvierà un confronto nei prossimi giorni con un attenta valutazione sui progetti preliminari presentati da Gaz De France e da API.


massimo binci

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 luglio 2008 - 1074 letture