contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ancona: la Festa per la libertà dei popoli fa...20

3' di lettura
1245

festa dei popoli
Da giovedì 10 a sabato 12 luglio torna al Forte Altavilla di Pietralacroce la XX edizione della Festa per la Libertà dei Popoli, dedicata quest’anno al tema della sostenibilità.
Ogni sera dalle 18 laboratori per bambini, dibattiti, musiche dal mondo e testimonianze. Interverrà anche la giornalista Giuliana Sgrena. Spazi dell’associazionismo e il volontariato. Ingresso libero.

Buon compleanno Festa dei Popoli! Torna ad Ancona, dal 10 al 12 luglio al Forte Altavilla, la Festa per la Libertà dei Popoli, giunta alla sua ventesima edizione, promossa quest’anno dalle associazioni Servizio Civile internazionale, Amnesty International, Egloo, Emergency, Rete Diritti Ora, i Missionari Saveriani, i Circoli Africa, Equo&Bio, Laboratorio sociale, Terra Nuova e la cooperativa Mondo Solidale, in collaborazione con Provincia di Ancona, Comune di Ancona – I circoscrizione e Ludoteca Riù di Santa Maria Nuova (ingresso libero).



Un traguardo importante per un evento che negli anni è diventato un appuntamento fisso dell’estate dorica, apprezzato connubio tra divertimento e solidarietà, intrattenimento e sensibilizzazione sui temi della pace, i diritti, l’equità sociale, l’ambiente. “Siamo ancora sostenibili?” è, non a caso, lo slogan scelto per quest’anno, in cui particolare attenzione sarà riservata alle questioni dell’energia e dei rifiuti, attraverso laboratori e incontri. “Era il 1987 – spiegano i promotori, ricordando la prima festa che fu organizzata – con beata incoscienza, ci siamo lanciati in quest’avventura e testardamente siamo andati avanti, anche grazie ai tanti che ci hanno dato una mano. Doveva essere una festa occasionale invece è stato l’inizio di un lungo viaggio che ci ha portato ad incontrare culture, viaggiatori e paesi lontani e a riflettere sulle contraddizioni della nostra società”. Si comincia giovedì con i riflettori puntati sui giovani: alle 19 si terrà un dibattito su “Musica e cultura giovanile” e alle 20:30 il concerto rock dei Filottrano City Rockers, un movimento spontaneo di band giovanili di Filottrano e dintorni, che porteranno sul palco l’energia e il forte ideale antirazzista che anima la loro musica.



E sempre l’energia, ma stavolta quella “elettrica sostenibile” sarà al centro dell’incontro con l’ingegner Giovanni Conti alle 21, che si replicherà anche l’indomani alla stessa ora. Venerdì la festa prosegue alle 19 con la presenza della giornalista Giuliana Sgrena inviata de Il Manifesto in paesi Africani e del Medio oriente, che interverrà sul tema “Guerre, fondamentalismi e donne”, portando la testimonianza di chi ha seguito e vissuto – anche drammaticamente sulla propria pelle - l’evolversi di sanguinosi conflitti, cercando di indagare la realtà che c’è dietro lo scontro armato e dedicando particolare attenzione alla condizione delle donne nell’islamismo. Alle 22 invece largo alla musica con il concerto degli Ossanema, gruppo di 5 elementi, che propone un folk della tradizione popolare, tra atmosfere dell’est, una tammurriata meridionale, il tocco mediterraneo della Spagna e ballate di periferia.



Sabato 12 infine, alle 19 il terzo e ultimo dibattito in programma sarà con i ricercatori della Facoltà di Economia di Ancona su “Limiti delle risorse e decrescita”. Alle 21 si terrà la presentazione del libro “Muri lacrime e za’ tar. Storie di vita e voci dalla Palestina” di e con Gianluca Solera, della Fondazione “Anna Lindh” impegnata per il dialogo tra le culture del Mediterraneo. Alle 22 la Festa dei Popoli saluterà tutti con il concerto dei Mistura Kenci e le loro sonorità reggae-pop-brazil. Appuntamenti fissi dei tre giorni saranno alle 18 un laboratorio ludico-didattico per bambini e alle 23 una suggestiva visita guidata alle stelle curata dal Gruppo Astrofili marchigiano.



Durante tutta la festa, nei locali del Forte saranno allestite le mostre fotografiche “20 anni forte” dedicata alla storia e l’anniversario della festa e “Le contraddizioni del turismo” sul turismo sostenibile, saranno presenti i tavoli dell’associazionismo e del volontariato locale e sarà possibile gustare piatti etnici presso il punto ristoro, in cui saranno usate solo stoviglie in mater-bi e materiali biodegradabili.



festa dei popoli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 luglio 2008 - 1245 letture