contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: Tarsu, incontro tra associazioni di categoria e Amministrazione

3' di lettura
1811

raccolta rifiuti
Giovedì 10 luglio, alle ore 12, si è svolto l\'ncontro tra le associazioni di categoria e l\' Amministrazione Comunale (Assessorato Attività Produttive) sulla questione dell’applicazione della TARSU alle aree scoperte.

Con riferimento alla questione dell’applicazione della TARSU alle aree scoperte, sollevata recentemente dalle Associazioni di categoria di Artigiani, Commercianti e Industrie presenti sul nostro territorio che lamentavano avvisi di accertamento dagli importi assai elevati, l’Amministrazione Comunale ha concordato con la Società Esino Entrate una linea di condotta in grado di contemperare da un lato le istanze degli operatori economici e, dall’altro, la doverosa applicazione della normativa in materia di applicazione della tassa.



In particolare, in occasione dell’incontro svoltosi ieri con i rappresentanti delle categorie produttive, l’Assessore Mondaini ha fatto presente che il problema è sorto in relazione al fatto che le denunce originarie e quelle di variazione delle superfici da sottoporre a tassazione, in molti casi non riportavano l’indicazione delle superfici scoperte, come invece prevede la normativa in materia. A seguito di ciò, sono state avviate le procedure di accertamento che hanno portato al recupero di somme, a volte cospicue, a carico di alcune aziende locali. Tuttavia, dall’esame delle varie situazioni e tenuto conto degli orientamenti giurisprudenziali che nel tempo si sono consolidati, è stato possibile riesaminare la materia e puntualizzare alcuni aspetti di particolare rilievo. Innanzitutto, l’Assessore ha confermato che per quanto attiene alle aree scoperte operative destinate a stoccaggio delle merci o di prodotti in bancali esterni e ad operazioni di carico e scarico, negli ultimi anni la giurisprudenza ha sempre confermato la tassabilità. Per quanto concerne invece i parcheggi, qualora si tratti di servizio gratuito a favore del personale o dei clienti, sarà possibile procedere alla detassazione in quanto tali aree possono ritenersi accessorie ai locali già sottoposti a tassazione.



Parimenti, potranno essere detassate anche le aree scoperte che il contribuente dimostri essere destinate a collegamento viario. Particolare attenzione è stata posta inoltre al problema delle sanzioni: a tale proposito, alla luce del fatto che la materia è stata oggetto in passato di interpretazioni in parte contraddittorie per cui si è generata una sostanziale incertezza normativa, si è ritenuto che la richiesta dei contribuenti di non applicare le sanzioni potrà essere accolta. Infine, per offrire la possibilità agli operatori economici di poter dimostrare l’effettiva destinazione delle aree scoperte oggetto delle verifiche, la Società Esino Entrate si è resa disponibile ad una revisione delle superfici da effettuarsi su richiesta dei contribuenti. Con questa impostazione, riferisce Mondaini, “riteniamo di aver fatto chiarezza su un tema particolarmente delicato che rischiava di mettere in seria difficoltà numerose aziende locali, senza peraltro pregiudicare gli interessi erariali dell’Amministrazione, nell’ottica di una fattiva collaborazione con le Associazioni di categoria”.



All’incontro ha preso parte anche l’Assessore Marina Mancini che, tra le altre cose, ha ribadito la disponibilità dell’amministrazione nel fornire segnali di discontinuità con il passato, a partire dal bilancio del 2009. Dal canto loro, le Associazioni di categoria hanno chiesto di poter partecipare a momenti di confronto su varie tematiche che investono le scelte di lungo periodo dell’Amministrazione, cosa che potrà concretizzarsi con l’imminente istituzione della “Consulta delle attività economiche”, che nasce come occasione per interfacciarsi con le forze economiche della città.



raccolta rifiuti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 luglio 2008 - 1811 letture