contatore accessi free

Muore in casa a 40 anni, il corpo viene ritrovato dalla madre

ambulanza 1' di lettura Ancona 12/07/2008 - Momenti drammatici quelli vissuti da una donna anconetana nella prima serata di mercoledì in un appartamento di via Manzoni. Francesco Tripodi, il figlio che viveva con lei, era riverso a terra nella sua camera da letto.

La donna ha ritrovato il corpo del figlio attorno alle 21, quando è rincasata. La donna ha chiamato i soccorsi ma quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto non hanno potuto fare altre che constatare il decesso dell’uomo, già affetto da gravi malattie ematiche.

Il 40enne aveva da anni problemi di alcolismo che ne avevano minato la salute. Una prima ricognizione esterna non ha evidenziato sul corpo dell’uomo segni di violenza. Sono state quindi stabilite come naturali le cause del decesso. Nell’appartamento di via Manzoni è intervenuta anche una pattuglia delle Volanti della Questura dorica.

La salma di Francesco Tripodi è stata in seguito trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale di Torrette. Là è rimasta a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il magistrato non ha ancora dato il nulla osta ed è molto probabile che per stamattina siano disposti accertamenti da parte del medico legale per fugare ogni dubbio sulle cause naturali del decesso. Subito dopo la salma sarà riconsegnata ai familiari per allestire la cerimonia funebre.





Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 luglio 2008 - 1582 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marco catalani, ambulanza





logoEV
logoEV