contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

PRC: \'appoggio alla UE per lo stop alla raccolta delle impronte digitali dei nomadi\'

1' di lettura
1031

nomadi
Il Gruppo Consiliare del P.R.C. della Provincia di Ancona, esprime la propria solidarietà e vicinanza, alla decisione dell’UE, inerente lo stop alla raccolta delle impronte digitali dei nomadi, in attesa che la Commissione UE si pronunci sulla compatibilità.

Come si apprende dalla stampa, gli eurodeputati, ritengono “inammissibile” che, con l’obiettivo di proteggere i minori (obiettivo che a noi sembra di “mera apparenza”), questi ultimi vedano violati i propri diritti fondamentali, venendo tra l’altro “criminalizzati”. Siamo dell’idea che, garantire una piena integrazione alla vita sociale, sia la svolta ad un miglioramento della qualità della vita di tutti. Tutto questo inizia certamente, come detto anche dagli Europarlamentari dell’UE, dalla garanzia anche per i bambini ROM, alla parità di accesso ad es. all’istruzione ed all’assistenza sanitaria di qualità, proprio in appoggio a politiche di inclusione ed integrazione, con la certezza, che in tal maniera vengano protetti dallo “sfruttamento”.



Se ciò non bastasse, ricordiamo gli Art. 2 e 3 della nostra Costituzione. Art. 2: La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale. Art. 3: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.



Renzo Amagliani
Fabrizio Petrolati




nomadi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 luglio 2008 - 1031 letture