contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: cifre inaccettabili richieste dal Governo al Comune

2' di lettura
1237

soldi
\'\'Una cifra inaccettabile: siamo all\'allarme rosso anche per Falconara\'\'. Condivido l\'allarme lanciato nei giorni scorsi dal Presidente ANCI Leonardo Domenici, commentando la manovra predisposta dal Governo che richiede ai Comuni italiani cifre inaccettabili.

Un commento che si basa sulle analisi realizzate dalla Fondazione ANCI per la Finanza e l\'economia locale (Ifel), che proiettano tale contributo sui singoli territori. Da questa analisi si evince che al Comune di Falconara e\' richiesto un contributo alla manovra 2009 pari a 3 milioni 774000 euro (pro capite: 134,97 euro ad abitante). Il più elevato tra tutti i comuni marchigiani che hanno rispettato al 10 luglio 2007 il Patto di stabilità. Un contributo pro-capite di gran lunga superiore a quello che dovranno gli altri comuni delle Marche che hanno rispettato il patto di stabilità : Ancona oltre 4 milioni 748000 euro (pro capite: 46,79 euro), Ascoli Piceno 1 milioni e 13000 euro (pro capite: 19,67 euro), Macerata 2 milioni 499000 euro (pro capite: 58,70 euro), Pesaro 5 milioni 514 mila euro (pro capite: 59,80 euro), Fermo 4 milioni 987000 euro (pro capite: 133,01 euro). a Castelfidardo 1 milione 545000 euro (pro capite: 84,65 euro).


Di poco superiori i tagli pro capite per quei comuni che non hanno rispettato il patto di stabilità tagli a Comuni inadempienti alla stessa data al patto di stabilità: Civitanova Marche (pro capite: 160,45 euro), Monteurano (pro capite: 135,33 euro). Ai Comuni italiani viene dunque complessivamente richiesta una manovra, in riferimento al 2009, di 1 miliardo e 340 milioni di euro, come contributo del comparto al raggiungimento del miglioramento complessivo dei saldi di finanza pubblica. E tutto ciò avviene nei confronti di un comparto, quello dei Comuni, che nel 2007 e\' riuscito a contenere all\'1,97% l\'aumento delle sue uscite complessive (Amministrazioni centrali +4,90% e Regioni +3,09%).Nel denunciare questi provvedimenti riconfermo l\'impegno di Legautonomie per una profonda modifica della manovra predisposta dal Governo.




soldi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 luglio 2008 - 1237 letture