contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Landi: serve un nuovo progetto per l\'arretramento della ferrovia

2' di lettura
1261

tamponamento treno ancona
Ultimamente si è spesso discusso espressamente sulla necessità di arretrare la linea ferroviaria, alcuni giorni fa nel vertice tra amministrazione comunale di Senigallia e provincia, la scorsa settimana nel consiglio comunale aperto di Falconara.
Unica condivisione, la volontà “bipartisan” sull’obiettivo e per il resto buio pesto, poiché al di là di questo, ogni parte è rappresentativa di un proprio progetto, dove le convergenze sono ai minimi termini, l’arretramento tra l’Aspio e Marina di Montemarciano, visto dalle FS e dalla provincia, corre oggi su due percorsi di massima troppo diversi che condividono solo notevoli limiti e carenze.

Un ipotesi progettuale va rifatta ripartendo da zero, non in modo individuale, ma con il concorso di tutti gli enti interessati a partire dalla regione, provincia, ferrovie e comuni litoranei interessati, estrapolando quel poco di buono che c’è nelle due proposte, con l’unico obbligo di tener conto di fattori già consolidati, come il finanziato by-pass dell’Api, al quale non potrà essere attribuita l’unica funzione di percorso esterno alla raffineria.

Questo studio dovrà essere integrato ad una pianificazione, purtroppo oggi inesistente, e anch’essa da produrre, più vasta e relativa ad ogni forma di mobilità, insistente su un territorio che rappresenta un pregevole snodo di smistamento e l’ideale cerniera di collegamento con l’oriente per le strategiche ubicazioni di porto, aeroporto e interporto, infrastrutture su cui andranno pienamente ricercate interazione e funzione scambiatrice intermodale.

Personalmente e attraverso il circolo “sviluppo economico e territorio” abbiamo sollevato e sollecitato sempre, attraverso i percorsi istituzionali, varie proposte di pianificazione del territorio, con anche grande interesse di tanti politici avari livelli, che si sono fatti anche promotori e sostenitori delle nostre iniziative, per citarne alcune, le osservazioni alla complanare di Senigallia, il progetto della variante alla ss. 16 da Senigallia all’Aspio e uno studio sull’arretramento della ferrovia in provincia, ma all’atto pratico abbiamo purtroppo verificato solo un’incredibile pigrizia operativa su temi così importanti.


tamponamento treno ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 luglio 2008 - 1261 letture