contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
articolo

Caso Rossi: Rifondazione Comunista sostiene la linea regionale

1' di lettura
1111

Massimo Rossi
Il Partito Rifondazione Comunista di Ancona sostiene la linea regionale sul caso Rossi: decisioni irresponsabili del Partito Democratico rischiano di compromettere maggioranze a ogni livello

La federazione provinciale di Ancona di Rifondazione Comunista entra nel merito del caso Rossi, presidente della Provincia di Ascoli Piceno, e si schiera al fianco del segretario regionale Brandoni. Una presa di posizione che suona come un avviso al Partito Democratico locale. È evidente - afferma il segretario provinciale Massimo Marcelli Flori - che la questione di Ascoli non è un affare locale ma investe i destini delle maggioranze di governo locale a ogni livello.


Il tentativo di porre fine all\'esperienza Rossi, perseguita con determinazione suicida dal Pd ascolano, è una scelta molto pericolosa per il futuro del centrosinistra marchigiano tutto. La scelta di un\'eventuale emarginazione della sinistra dai governi locali, magari per avventurarsi verso nuove e paludose alleanze centriste, non rappresenta solo un\'irresponsabile decisione che rischia di consegnare numerosi governi locali alle destre, ma costituisce un significativo arretramento della qualità politiche su temi decisivi che investono i bisogni quotidiani dei cittadini.


È chiaro sostiene Marcelli Flori che se la vicenda di Ascoli dovesse terminare con un epilogo che di certo noi non auspichiamo, la federazione di Ancona del Prc sarà costretta ad avviare una propria riflessione in merito ai rapporti interni alla coalizione di governo provinciale. Anche sulla possibilità di una rivisitazione delle deleghe in seno alla maggioranza regionale, il Prc provinciale di Ancona si mostra compatto e sostiene la richiesta di Brandoni per l\'accorpamento dell\'ambiente all\'energia. Una scelta non solo di coerenza amministrativa conclude Marcelli Flori ma anche di garanzia del rispetto della programmazione e del buon lavoro fin qui svolto sulle politiche energetiche contro i vari diktat confindustriali.



Massimo Rossi

Questo è un articolo pubblicato il 27-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 27 agosto 2008 - 1111 letture