contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: Sd scrive al vicesindaco Gilberto Baldassarri

3' di lettura
1799

sinistra democratica

Egregio Signor vicesindaco, abbiamo deciso di inviarle questa lettera aperta a seguito delle notizie che da un po’ di tempo leggiamo sulla stampa locale e per l’operato della Giunta comunale.

Non intendiamo porre la questione a titolo personale, noi vogliamo considerare e giudicare il suo operato esclusivamente da un punto di vista politico, quindi nessun attacco personale a Gilberto Baldassarri, la nostra vuole essere una critica puntuale al vicesindaco Baldassarri. Alle ultime elezioni comunali la sua candidatura a sindaco della città nella lista dell’Udc ha ottenuto 1262 voti ed una percentuale del 7,16% non pochi. Ha ottenuto 1262 voti dai cittadini falconaresi ai quali aveva assicurato un serie di punti fermi su temi fondamentali per la città. Gliene vogliamo ricordare due, quelli che noi riteniamo di primaria importanza.

Dal suo programma elettorale: 1.La salute dei cittadini non può essere monetizzata soprattutto in un momento delicato dal punto di vista finanziario per il Comune, procedura che verrebbe anche facile da far digerire ai cittadini già abbondantemente tartassati da tasse e tariffe. Tale criterio intendiamo percorrerlo anche per quanto riguarda l’ipotesi di costruzione di due centrali per produrre energia elettrica; ipotesi che non deve diventare realtà perché è necessario a livello Governativo scegliere la produzione di energia alternative e un fortissimo impegno per evitare gli sprechi. 2.Siccome crediamo che ambiente significa anche contenimento di infrastrutture già numerose non permetteremo che progetti anomali come quello del By-Pass possano ulteriormente devastare il nostro territorio e preferiamo anche se con tempi più lunghi l’arretramento della ferrovia dalla costa. Potremmo citarne di altri tratti dal suo programma, ma ci soffermiamo su questi due punti perché sono quelli di più attualità in questi giorni. Non possiamo non ravvisare la totale contraddizione tra queste sue parole e le scelte della Giunta Brandoni di cui lei fa parte con un incarico non secondario. Da quando lei si è insediato ha sempre evitato pubblicamente questi argomenti forse a causa del suo imbarazzo. Non possiamo pensare che una persona che dichiara di aver intrapreso l’attività politica per puro spirito di servizio alla comunità, non si senta a disagio di fronte a tali incoerenze.

Lei che ha dichiarato di voler far prevalere gli interessi della collettività agli interessi di potere, criticando l’operato degli altri partiti, per onestà intellettuale, non può far altro che dimettersi dall’incarico di vicesindaco. Vogliamo credere che lei abbia agito in buona fede, forse pensava di riuscire ad imporre il suo programma al Sindaco Brandoni. Ma non c’è riuscito, ne deve prendere atto. Le sue dimissioni le farebbero onore e dimostrerebbero concretamente che il suo impegno era teso a rendere la città migliore e non, come dicono i maligni, per un amore sconsiderato per la poltrona. Si dimetta Signor Vicesindaco, lo faccia per la sua credibilità e dignità di uomo libero, e soprattutto lo faccia per le persone che in buona fede l’hanno votata.


sinistra democratica

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 settembre 2008 - 1799 letture