contatore accessi free

Arrestato il 17enne di Collemarino

Giovani 2' di lettura Ancona 29/09/2008 - Un minorenne di 17 anni indagato per gli atti di bullismo che sarebbero avvenuti nel giugno scorso nella piazza di Collemarino, e\' stato arrestato e da ieri è rinchiuso in una comunità di Termoli.




Resta invece ai domiciliari il 23enne Emiliano Mancini, il Gip Francesca Grassi ha infatti respinto la richiesta di remissione in libertà.


I due ragazzi di Collemarino sono accusati di rapina e lesioni nei confronti di due minorenni slavi.


Ieri pomeriggio gli investigatori della squadra mobile di Ancona, diretti dal dottor Luigi Di Clemente, hanno dato esecuzione a una misura cautelare richiesta dalla Procura dei minori e concessa dal Gip dello stesso Tribunale, Giovanni Manzoni. Il ragazzo, che lavora nell\'impresa del papà, è stato raggiunto dall\'ordinanza mentre si trovava in un bar della città, in compagnia di alcuni amici.


Il ragazzo è stato trasferito prima in Questura e poi in una comunità di Termoli, visto che quella dell\'Aquila, dove era inizialmente destinato, era al completo. Il suo legale, l\'avvocato Fabrizio Tonni, ieri sera ha incontrato i familiari del ragazzo che sono comprensibilmente sconvolti dall\'accaduto. Molto probabilmente lunedì il minorenne verrà interrogato presso il Tribunale dei Minori di Ancona. Nell\'ordinanza di custodia cautelare, il Gip sottolinea che la vicenda che coinvolge anche il minorenne è di \"estrema gravità\". Il ragazzo avrebbe dimostrato di essere \"privo di freni inibitori\" e non avrebbe \"in nulla interiorizzato le regole del vivere civile\".


L\'altro interrogatorio di convalida che giorni fa aveva visto comparire di fronte al Gip Grassi Emiliano Mancini, 23 anni, non ha sortito per il ragazzo gli effetti sperati. Secondo il Gip, il racconto fornito dal Mancini non sarebbe al momento sufficiente a concedergli la libertà. Il suo legale, l\'avvocato Andrea Natalini, orà presenterà ricorso al tribunale del Riesame. Secondo la difesa la ricostruzione accusatoria è del tutto infondata: non c\'è stata alcuna rapina e Mancini, seppur partecipando alla rissa, non avrebbe per nulla infierito su uno dei due slavi che avrebbe implorato di essere lasciato in pace in quanto malato di cuore.





Questo è un articolo pubblicato il 29-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 settembre 2008 - 1582 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, giovani, collemarino





logoEV
logoEV
logoEV