contatore accessi free

Falconara: inquinamento e malattie, non voltiamoci dall\'altra parte

sanità 2' di lettura 30/05/2009 - Leggo sui quotidiani di un ennesimo caso di morte improvvisa nella zona causa \"male incurabile\" (cronaca Polverigi un ragazzo di 21 anni), di appena 3 mesi fa un altro caso \"particolare\" la ragazza di 25 anni di Torrette ricoverata per un\'apparente influenza poi verificatasi leucemia fulminante ?

A Falconara prima ancora la storia di YLENIA (17 anni - leucemia) da attento lettore pare francamente si tratti di un continuo di perdite “improvvise”. Francamente mi infastidiscono i pianti di coccodrillo di coloro che per loro fortuna non hanno mai vissuto sulla pelle delle proprie famiglie questi drammi e da padre prima, e cittadino poi sento il dovere di pormi alcune domande: - perchè patologie gravi scendono sempre più sui giovani ? - si fa qualcosa per capire se siamo davanti a sventurata \"casualità\" ? - in generale cosa fanno le amministrazioni comunali per far si che le strutture preposte concorrano ad un buon livello di salute dei cittadini ? Ovunque noi si abiti occorre pretendere che le nostre amministrazioni si facciano veramente garanti della necessità di approfondire e capire.


Credo sia arrivato il momento in cui tutti coloro che sanno, comprendendo tra questi in particolare i medici di famiglia della mia città, denuncino con forza e senza reticenze ciò che gran parte del mondo scientifico italiano ed europeo sostiene, con studi e ricerche alla mano, e cioè lo stretto rapporto tra INQUINAMENTO E MALATTIE GRAVI (non mi riferisco solo a Falconara e zone limitrofe la questione è ben più generale). Chi non è sensibile a queste teorie farebbe bene ad esserlo, si sarebbe almeno un po\' più coerenti con il dolore provato innanzi a queste morti e dovuto certamente a sincera commozione, ma che non ammette più ignoranza. Oggi non voler mettere in relazione certi accadimenti è, se mi è consentito, \"delittuosamente omertoso\".


Io credo nella buona fede delle persone comuni, molto spesso vittime della disinformazione regnante in questo paese, a tutte le altre invece auguro non ci vadano mai di mezzo i miei figli. Impegnarsi su questi temi non nuoce alla salute…voltarsi dall’altra parte SI.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2009 alle 16:21 sul giornale del 30 maggio 2009 - 1196 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, falconara, Roberto C.





logoEV
logoEV