contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Spacciava banconote false e cocaina, arrestata truffatrice sadomaso

3' di lettura
2743

Cerca di fare acquisti con una banconota falsa in un\'area di servizio. Oltre al denaro, la falsaria rumena è stata trovata in possesso anche di ovuli di cocaina.

Nel pomeriggio di domenica una romana, P.V., classe 86, mentre era in viaggio sulla ss 76 in direzione Ancona, ha tentato di fare un acquisto presso un\'area di servizio nello Jesino con una banconta falsa da cinquanta euro. Il gestore, accortosi della truffa, con un piccolo artificio è riuscito a fotocopiarla e anche a fotocopiare un documento di identità della donna.


La stessa, intuendo di essere stata scoperta è riuscita a riprendere la banconota, il documento e la fotocopia e con rapidità si è allontanata a bordo della propria autovettura. L\'allarme è subito scattato alla Questura di Ancona che si è messa all\'inseguimento.


A rendere il tutto più facile la chiamata che la truffatrice ha fatto al 113 con cui lamentava di essere stata derubata di una banconota da 50 euro da parte del titolare di un\'area di servizio. Invitata in Questura per formalizzare il fatto, la donna ha detto che non poteva in quanto aveva fretta e che doveva partire subito. L\'operatore della sala operativa, dopo aver compreso che si trattava dello stesso fatto, ha inviato il personale nei pressi della stazione e del porto. La professionalità e il tempismo dei poliziotti delle Volanti hanno fatto il resto. Dopo pochi minuti gli uomini delle \"biancocelesti\" ed il personale della Polizia Marittima di Ancona, hanno rintracciato la donna e un uomo che era insieme a lei mentre tentavano di imbarcarsi per la Grecia.


Nell\'occasione gli uomini delle Volanti, diretti dal Vice questore aggiunto Cinzia Nicolini e gli uomini della Polizia di Frontiera, diretti dal Vice questore aggiunto Mario Sica, hanno effettuato un\'accurata perquisizione personale alla romana nel corso della quale sono state rinvenute altre 10 banconote da 50 euro, false, nascoste all\'interno delle mutandine della donna, 7 involucri contenentri cocaina, 1 contenitore con residui di eroina e un pezzo di canapa indiana per un peso complessivo di quasi 10 grammi. In auto sono stati trovati anche cellulari e navigatori satellitari probabilmente ricettati o comprati con lo stesso sistema, e un notevole armamentario di attrezzi sadomaso fra cui collari, frustini e vibratori.


P.V. con precedenti specifici per stupefacenti e furto, è stata arrestata per detenzione e spendita di banconote false, nonchè per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotta presso il carcere femminile di Villa Fastiggi a disposizione dell\'Autorità giudiziaria. L\'uomo che era in sua compagnia, C.A., è stato denunciato in stato di libertà, anche lui romano, classe 1973. E\' molto probabile che la donna abbia speso altre volte nel territorio anconetano soldi falsi.



Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2009 alle 17:38 sul giornale del 30 giugno 2009 - 2743 letture