contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Giunta comunale: Marcelli Flori, Prc, esclude sua nomina

1' di lettura
1759

massimo marcelli flori

“Come i compagni e le compagne sanno da tempo, non ho nessuna intenzione di essere proposto o candidato in rose o terne relative all’individuazione del compagno o della compagna di Rifondazione Comunista che andrà a ricoprire il ruolo di assessore comunale ad Ancona”.

Così il segretario provinciale di Rifondazione Comunista Massimo Marcelli Flori, sull’eventualità di una sua nomina ad assessore al Comune di Ancona.


“La recente riconferma all’unanimità come segretario provinciale di Rifondazione Comunista – continua Marcelli Flori - è incarico sufficientemente impegnativo che consente di sgombrare il campo da illazioni provenienti sia dai giornali che dall’interno del partito. La mia determinata volontà e il fermo impegno a proseguire nella costruzione, nel radicamento e nello sviluppo del partito nel quale milito dal 1993, sarebbero oggettivamente incompatibili con altri gravosi ruoli che richiederebbero altrettanta serietà e dedizione”.


“L’esistenza e la crescita di Rifondazione Comunista per l’oggi, e soprattutto per il domani – conclude - è e resta l’ambizioso obiettivo per il quale ho deciso di accettare la riconferma a segretario e per il quale proseguo la mia militanza attiva nel partito. Spero tanto basti a evitare di essere arbitrariamente e strumentalmente oggetto di fantasiose ricostruzioni e illazioni che nessuna attinenza hanno con la realtà. Inoltre, come ripetutamente detto e noto a tutti, saranno i due circoli di Ancona a proporre i nominativi dei compagni o delle compagne da sottoporre al sindaco Gramillano (come nel caso di Maurizio Belligoni è il sindaco a scegliere e nessun altro) e sarà il Comitato provinciale di Ancona, come prevede lo statuto nazionale, a proporre e votare la rosa di nomi”.



massimo marcelli flori

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2009 alle 13:57 sul giornale del 18 luglio 2009 - 1759 letture