contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Spacca su Fincantieri: la proprietà proceda al pagamento dei premi di efficienza

1' di lettura
894

gian mario spacca

\"Le incertezze che angosciano gli operai dello stabilimento di Ancona unite ai segnali non confortanti che arrivano dalla proprietà, non possono che allarmare\".

“Un intervento concreto e tempestivo del Governo nella vertenza in atto e soprattutto un’assunzione di responsabilità da parte della proprietà di Fincantieri nel rispetto degli accordi sottoscritti a luglio con i sindacati e dunque nel pagamento entro Natale dei premi di efficienza, la cui sospensione non trova giustificazione nell’andamento della produttività dello stabilimento dorico”.



E’ quanto chiede il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca che torna ad auspicare che il “senso di responsabilità prevalga” in merito alla grave situazione venutasi a creare dopo l’annuncio della proprietà di Fincantieri di non voler corrispondere il premio di efficienza ai lavoratori dello stabilimento di Ancona, oltre che a quelli degli stabilimenti di Sestri Ponente e Muggiano.



“L’acutizzarsi della vertenza e il permanere della proprietà di Fincantieri sulle proprie posizioni ci impongono di intervenire nuovamente sulla vicenda – dice Spacca che ieri aveva auspicato il ripristino di un confronto costruttivo tra le parti – La Giunta regionale della Marche esprime forte preoccupazione per il futuro dei lavoratori, altamente qualificati e dunque principali artefici del prestigio di cui Fincantieri gode in Italia e in Europa. Le incertezze che angosciano gli operai dello stabilimento di Ancona unite ai segnali non confortanti che arrivano dalla proprietà, non possono che allarmare e ci impongono - chiude Spacca – di attivarci affinché i livelli occupazionali non abbiano ad essere intaccati e gli accordi sottoscritti a luglio con i sindacati siano rispettati”.



gian mario spacca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2009 alle 17:41 sul giornale del 17 dicembre 2009 - 894 letture