contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Porto Recanati: Zinni sul rigassificatore, Inopportuno per l\'identità del territorio

2' di lettura
1192

Giovanni Zinni

Riflettori ancora puntati sull\'impianto di rigassificazione a Porto Recanati che potrebbe essere realizzato dalla società franco-belga Gdf-Suez entro il 2012. Il dirigente regionale Pdl, vicecoordinatore Grande Città di Ancona e consigliere comunale Giovanni Zinni torna ad esprimersi sulle conseguenze che un simile impianto off-shore potrebbe arrecare al territorio.

Un territorio di grande rilevanza turistica, che abbraccia anche la Riviera del Conero e che secondo Zinni \"vedrebbe danneggiata la propria immagine e compromessa la sua natura identitaria\". \"Come è già accaduto con l\'Api di Falconara -ha detto il dirigente Pdl- accadrà anche a Porto Recanati. Quella che fino a cinquant\'anni fa era la spiaggia degli anconetani oggi ha perso la sua identità proprio a causa della raffineria costruita sul litorale\". Zinni ha poi dichiarato di comprendere in pieno le ragioni del sindaco di Porto Recanati Rosalba Ubaldi \"animata da interessi seri e politici\", ma allo stesso tempo \"non posso che ringraziare il comitato Rigassificatore no grazie che ha fatto risaltare l\'ambiguità politica di alcuni sindaci coinvolti nel dibattito\".

A tal proposito il consigliere ha tirato in ballo proprio il sindaco di Loreto Moreno Pieroni che ha chiesto di istituire un tavolo di concertazione con la Regione: \"Pieroni ha assunto una posizione debole e ipocrita -l\'attacco di Zinni- è animato nella sua battaglia ambientalista solo da interessi politici, visto che si candiderà alle regionali. Ma il paladino dell\'impatto ambientale dov\'era nei mesi scorsi quando i sindaci, fatta eccezione per quello di Sirolo Misiti, hanno dato tacitamente il via libera alla Regione per l\'impianto?\". Una dura presa di posizione quella del consigliere Zinni, \"assunta per stanare certe ipocrisie\". Non è mancata una \"frecciata\" anche al sindaco di Ancona Gramillano, che ieri ha partecipato all\'incontro in Regione tra Spacca, alcuni assessori, tecnici e i sindaci contrari: \"Facile prendere posizione, tanto Ancona non è interessata dalla questione -ha ironizzato Zinni- ma l\'iniziativa di Gramillano è lodevole, se non altro per dare un segnale alla Regione\".




Giovanni Zinni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2010 alle 21:26 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 1192 letture