contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Energia: il Pd chiede la convocazione del Cal della Regione

3' di lettura
1104

Partito Democratico

Mozione del consigliere provinciale Leonardo Animali in merito alla produzione e programmazione energetica nel territorio.

Il Consiglio Provinciale di Ancona premesso


che la Provincia di Ancona è ai primi posti delle classifiche nazionali, elaborate da autorevoli istituti di ricerca, per quanto riguarda la qualità complessiva del tenore di vita e il rispetto di significativi parametri di qualità ambientale;


considerato la Regione Marche è già autosufficiente per il 51% per quanto riguarda la produzione energetica relativa al proprio fabbisogno interno, e che nel territorio della Provincia di Ancona si produce già l\' 89,8% di tutta l\'energia prodotta da fonte fossile nella nostra regione;


tenuto conto  che nel territorio della Provincia di Ancona sono in attività: la centrale IGCC all\'API di Falconara Matittima, la Centrale Enel di Camerata Picena e la Centrale Turbogas della Edison spa a Jesi;  che è stata avviata dal Governo la procedura per la realizzazione di due nuove centrali termoelettriche per un totale di 580 MW presso l\'API di Falconara Marittima, di una centrale Turbogas di 870 MW presso il territorio del Comune di Corinaldo, e che questi impianti, di cui per il primo il Comune di Falconara Marittima ha già sottoscritto una convenzione con l\'API, non sono conformi a quanto previsto dal PEAR della Regione Marche;  che presso la Sadam di Jesi è in corso la concertazione per la riconversione industriale del vecchio sito manifatturiero, dove viene prevista la realizzazione di una centrale a biomasse di 11,2 MW;  che è manifesta la volontà del Governo nazionale di voler realizzare, a poche centinaia di metri l\'uno dall\'altro, due impianti di rigassificazione di fronte la costa marchigiana; ricordato che il Consiglio Provinciale di Ancona si è espresso unanimemente in maniera nettamente contraria alla realizzazione delle centrali API (29.03.2009) e di Corinaldo (21.12.2009); rinnovata piena condivisione ai contenuti del PEAR della Regione Marche, che fissa perentoriamente limiti e modalità in termini di programmazione e produzione energetica, oltre che al dimensionamento ed alla tipologia degli impianti;


esprime forte preoccupazione per il fatto che sul territorio della Provincia di Ancona si andrebbe a definire un quadro che vedrebbe una concentrazione assolutamente squilibrata e non necessaria di impianti di produzione energetica con l\'utilizzo di fonti fossili; ritiene che, visto lo scenario che potrebbe delinearsi, la Provincia di Ancona debba aprire una vertenza istituzionale con il Governo nazionale, con il pieno coinvolgimento della Regione Marche, per fermare quanto rischia di verificarsi nei prossimi anni nel nostro territorio; a tal scopo impegna la Presidente e la Giunta Provinciale a convocare la Conferenza delle Autonomie Provinciali sul merito delle questioni in oggetto, chiedendo una forte mobilitazione di tutti i Sindaci del territorio; a chiedere la convocazione sull\'argomento del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) della Regione Marche;


a mettere all\'OdG dei lavori dell\'UPI Marche le questioni in oggetto, coinvolgendo le altre Province Marchigiane; a chiedere l\'apertura di un tavolo interistituzionale con i Ministeri competenti sull\'argomento; a convocare un incontro con i Parlamentari eletti nelle Marche, affinché possano intraprendere iniziative efficaci in sede parlamentare e governativa; impegna altresì la Commissione Consiliare Competente di svolgere tutte le azioni di supporto, per le proprie specificità, alle iniziative che verranno intraprese dalla Giunta.



Partito Democratico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2010 alle 19:20 sul giornale del 22 gennaio 2010 - 1104 letture