contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Un seminario per le imprese agroalimentari che intendano esportare in Svizzera

2' di lettura
1105

Svizzera

Ancona Promuove, Azienda Speciale della Camera di Commercio per l’internazionalizzazione delle PMI, ha organizzato ieri mattina presso la sede della Camera di Commercio un seminario tecnico rivolto alle imprese locali dell’agroalimentare interessate ad esportare in Svizzera.

All’incontro, programmato in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana per la Svizzera, hanno partecipato circa trenta imprese che hanno potuto esporre e far degustare i proprio prodotti. Una “ghiotta” opportunità visto che ha preso parte all’iniziativa anche Emilio Plant, importatore alimentare, rappresentante di brand esteri alimentari in Svizzera e food scout che ha elargito pratici e utili consigli su come entrare nel mercato elvetico. Durante la mattinata è emerso in particolare che nonostante la crisi economica, le importazioni svizzere dal mondo sono diminuite (Italia –10%) con tassi inferiori rispetto alla media degli altri settori e degli altri mercati di sbocco del Made in Italy. In controtendenza però vino e salumi italiani che non solo hanno tenuto, ma anche aumentato le proprie quote di mercato.



La sostanziale tenuta del mercato può essere attribuita a vicinanza geografica, alto tasso di penetrazione e di capillarità della ristorazione italiana, alto numero di connazionali residenti in svizzera, alto potere d\'acquisto dei consumatori, e maggiore propensione a spendere per ricevere qualità. Durante la mattina Fabrizio Macrì, Responsabile Marketing e Progetti Speciali della Camera di Commercio Italiana per la Svizzera, ha illustrato caratteristiche e trend di sviluppo del settore agroalimentare elvetico, nonché le caratteristiche chiave dei consumatori e della domanda del paese. In particolare ha sottolineato che “sono 4 le formule promozionali che le imprese anconetane possono seguire: la partecipazione a fiere di settore, la distribuzione e promozione nella rete dei ristoranti italiani in Svizzera, la partecipazione a workshop e l’organizzazione di incoming, fondamentali per far conoscere agli importatori elvetici il territorio marchigiano e le peculiarità agroalimentari”.



Svizzera

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2010 alle 18:26 sul giornale del 22 gennaio 2010 - 1105 letture