contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPORT
articolo

Calcio: Ancona irriconoscibile, débacle a Salerno (3 a 0)

3' di lettura
1498

ancona calcio logo

Tutti i gol nella ripresa; i biancorossi scivolano al quarto posto. Sabato prossimo il recupero a Cittadella.

In casa dell’ultima in classifica arriva la terza sconfitta esterna consecutiva dell’Ancona, ma questa risulta particolarmente preoccupante soprattutto perché arrivata dopo una prestazione assolutamente incolore da parte di Mastronunzio e compagni. Le avvisaglie della crisi di gioco dei dorici, manifestatesi già da alcune partite, sono clamorosamente venute a galla nel match di ieri in cui nessun reparto si è salvato.

Dopo la burrascosa settimana vissuta in casa biancorossa per l’annuncio del deferimento per irregolarità amministrative con il conseguente pericolo di penalizzazione, la squadra si presenta allo Stadio “Arechi” quasi in formazione tipo con la sola eccezione di Surraco, fermo per infortunio. Al suo posto Salvioni inserisce Schiattarella.

Parte subito bene la Salernitana che appare più determinata e motivata ed al 7° crea un’occasione con Fava la cui conclusione dal limite esce di poco alta sulla traversa. Al 13° replica Mastronunzio per l’Ancona ma il suo sinistro è centrale ed il portiere blocca con facilità. Resterà questa l’unica vera conclusione dei dorici nella porta avversaria. Al 15° deve uscire per infortunio Catinali per una botta alla caviglia rimediata in precedenza; al suo posto Salvioni fa entrare Camillucci.

Nella fase centrale del primo tempo si assiste ad una gara piuttosto brutta, caratterizzata da tanti errori su entrambi i fronti; si deve arrivare al 42° per poter registrare qualcosa di interessante sul taccuino. L’arbitro assegna un calcio di punizione poco fuori area in favore della squadra di casa, batte il peruviano Merino e la palla si stampa sulla traversa con Da Costa immobile. Si va quindi all’intervallo con il risultato fermo sullo 0 a 0.

Subito in avvio di ripresa Salernitana vicina al gol con i tentativi di Fava e Merino che però non trovano lo specchio della porta. I campani proseguono all’attacco con un Merino scatenato che con le sue veloci incursioni porta lo scompiglio nel cuore della difesa biancorossa. Da una di queste, all’11° minuto, scaturisce il rigore decretato dall’arbitro per fallo di Milani su Caputo. Va sul dischetto Merino e trasforma spiazzando Da Costa: 1 a 0.

Al 19° seconda sostituzione per l’Ancona con Miramontes che esce per far posto a Mustacchio. I dorici non danno alcun segnale di reazione e commettono errori in serie continuando a subire le iniziative dei padroni di casa. Al 28° entra Gerbo al posto di Schiattarella; al 34° c’è un tiro-cross di Zavagno che colpisce la parte alta della traversa, poi l’azione sfuma.

Al 36° arriva il raddoppio dei granata in contropiede con un assist di Merino che libera il neo entrato Dionisi che infila Da Costa uscitogli incontro: 2 a 0.

Quattro minuti dopo Dionisi fa doppietta battendo nuovamente Da Costa con un rasoterra da pochi passi: 3 a 0. Va rimarcato che l’esordiente attaccante è arrivato dal Livorno con il mercato di gennaio ed è solo da pochi giorni in forza alla Salernitana. Poi più nulla e l’arbitro fischia la fine senza neanche procedere al recupero.

Crisi di gioco e di risultati per l’Ancona ed i dorici si trovano ora al quarto posto. Sarebbe quindi importante una pronta inversione di tendenza cogliendo un bel risultato nel recupero di Cittadella previsto per sabato prossimo, giornata in cui si sarebbe dovuto osservare un turno di riposo. Poi si tornerà a giocare al Del Conero il 6 febbraio; ospite dei biancorossi sarà l’Albinoleffe di mister Mondonico che ha infilato una splendida serie di cinque vittorie di seguito portandosi in zona play-off.



ancona calcio logo

Questo è un articolo pubblicato il 24-01-2010 alle 11:19 sul giornale del 25 gennaio 2010 - 1498 letture