contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Corinaldo: Tittarelli e Canneta sulla Turbogas, \'Non rinviare le risposte\'

2' di lettura
1611

centrale

Nel Consiglio Provinciale del 19 u. s. il Capogruppo Consiliare Provinciale Gruppo Misto Massimo Tittarelli (neo iscritto UDC) ed il Capogruppo Consiliare Provinciale UDC Carlo Canneta con l’Ordine del Giorno hanno posto le seguenti testuali domande.

1)Da quanto tempo il Consorzio Zipa è a conoscenza della richiesta di realizzazione della centrale termoelettrica Edison a Corinaldo?

2)Che tipi di atti ed accordi sull’area interessata sono stati fatti tra Consorzio Zipa ed Edison?

3)Che rischio di richiesta danni corre il Consorzio Zipa qualora esistessero atti pregressi che legittimano la società Edison a progettare nel predetto sito in seguito alla recente decisione del Consorzio di togliere la disponibilità dell’area alla società Edison?

Tittarelli e Canneta, considerano più che sufficienti i 2 mesi trascorsi dalla presentazione dell’Ordine del Giorno e pertanto, hanno rifiutato l’emendamento dei capogruppo di maggioranza che, dietro la solita regia del capogruppo PD Animali, intendevano rinviare in maniera pretestuosa il chiarimento richiesto. Riguardo il no alla costruzione della centrale Edison a Corinaldo entrambi i Consiglieri Tittarelli e Canneta ne sono fermamente convinti.

Nel Consiglio Provinciale dove ciò è stato ribadito, entrambi i Consiglieri hanno partecipato alla discussione portando il loro contributo per un no secco alla centrale senza distinzioni politiche. Dopo una prima discussione e la sospensione per 30 minuti del Consiglio si è cercato di arrivare ad un documento condiviso da tutti i consiglieri. Però anche in tal caso, con una solita attenta regia, si è voluto trasformare una problematica territoriale in una questione politica e non si è trovato l’accordo allungando enormemente la discussione che è terminata quasi alle 21.

I Consiglieri Tittarelli e Canneta, dovendo lasciare l’aula verso le 20 per impegni improrogabili, prima si sono accertati che il numero legale rimanesse per l’importante voto finale. Infatti hanno chiesto rassicurazioni sulla permanenza in aula fino al voto sia, ai Consiglieri di maggioranza presenti che, al Consigliere Catena che pur con la sua astensione non ha abbandonato l’aula come invece ha fatto il PDL e di ciò era stato reso edotto anche Animali. Non a caso hanno votato in 16 consiglieri con 15 favorevoli ed 1 astenuto (Catena).

Detto ciò Tittarelli e Canneta confidano, a distanza di 2 mesi, in una risposta alle domande poste con il loro Ordine del Giorno anche perché, ulteriori rinvii pretestuosi, sono solo sintomo di poca trasparenza.


centrale

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2010 alle 14:21 sul giornale del 25 gennaio 2010 - 1611 letture