contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: sul rigassificatore CiC fa perdere le staffe al PdL

2' di lettura
1123

cittadini in comune
Sul rigassificatore CiC fa perdere le staffe al PdL che non trova di meglio che provocare il capogruppo Loris Calcina e minacciare i cittadini presenti in Consiglio comunale.

Il primo a perdere le staffe ed usare battute provocatorie è stato il Consigliere Piero Pastecchia molto più a suo agio in questo ruolo piuttosto che in quello di Presidente della Commissione Ambiente. Oltre ad aver evitato di convocare la Commissione già da Novembre 2009 - quando è stato presentato il nuovo tracciato del gasdotto del rigassificatore di API Nòva Energia - si è innervosito quando Loris Calcina ha fatto notare al Presidente del Consiglio che nessun consigliere del PdL stava intervenendo sul fatto specifico della delibera da votare: lo scandaloso percorso a terra del gasdotto! E questo induceva a pensare che i consiglieri del PdL non fossero sufficientemente informati su quello che stavano per votare! Apriti cielo!


La energica provocazione del Pastecchia ha avuto come argomento la lettera che CiC ha inviato ai Vigili del Fuoco circa l’inadeguatezza del Sindaco Brandoni di tutelare la sicurezza dei lavoratori API e dei cittadini nei confronti della Società petrolifera a causa di un macroscopico CONFLITTO DI INTERESSI generato dal denaro incassato per l’assenso alle nuove centrali termoelettriche e parte vitale del Bilancio comunale (e dell’imbottitura delle poltrone!) Il secondo a dare in escandescenze è stato il consigliere Carlo Nucci il quale ha raggiunto il culmine quando il consigliere Calcina ha argomentato sulla questione della utilità del rigassificatore solo per i profitti di API Nòva Energia, ripagati dall’aumento delle tariffe per i cittadini, ed ha illustrato i rischi incidentali dell’impianto citando un brano dell’ultimo libro di Piero Angela. Nel sentire che la potenza esplosiva di una nave metaniera è 800 volte più grande della bomba di Hiroshima dai consiglieri della maggioranza si sono alzate irresponsabili risatine e motteggi vari.


Nucci, di fronte alla reazione di una parte del pubblico all’indifferenza mostrata dal PdL alle questioni legate al rischio per la popolazione, non ha trovato nulla di meglio che alzarsi dal banco dei consiglieri e recarsi tra i cittadini per fronteggiarli ed intimare il silenzio! Scenette da bulletti che però, trattandosi di Consiglieri comunali, diventano tentativi di sopraffazione, esibizione di arroganza al fine di intimidire. Con CiC, hanno trovato pan per focaccia!



cittadini in comune

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2010 alle 17:13 sul giornale del 19 aprile 2010 - 1123 letture