contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: CiC, chiazze maleodoranti di idrocarburi in mare

2' di lettura
1156

Nella mattinata dell’11 giugno 2010 alcuni pescatori, con la propria imbarcazione, si sono imbattuti in chiazze maleodoranti di idrocarburi in mare.

Successivamente i bagnanti presenti in spiaggia hanno visto - velocemente e progressivamente - colorarsi l’acqua di un colore arancione. La fascia di acqua interessata aveva una lunghezza di circa 200 mt e una larghezza di 2/3 mt. Ma la sostanza arancione entrava chiaramente dagli spazi tra le scogliere e presentava al lato zone oleoso/iridescenti mentre al suo interno forme chiaramente allungate e delimitate da striature nere. Chiaro era l’olezzo di idrocarburi seppur non intenso! Rilevata anche la presenza di una massa bituminosa secca e galleggiante della lunghezza di circa 15 cm. Alcuni adolescenti che fino a pochi minuti prima del copioso arrivo della sostanza prendevano il bagno in acqua, hanno riferito di aver visto in acqua due seppie, alcune meduse, granchi e un pesce morti. Della situazione sono stati informati l’Ufficio ambiente del Comune di Falconara Marittima (telefonicamente) e l’ARPA Marche (con sms).

E’ intervenuta una pattuglia della Polizia municipale. I I residenti hanno raccolto in un secchio un campione di acqua di mare contaminata. NUTRIAMO FORTI PERPLESSITA’ PER LA SOLA SPIEGAZIONE DELLE ALGHE: 1) l’acqua è ancora fredda, le temperature si sono alzate da pochi giorni e il periodo è ben distante da Luglio - Agosto. 2) Le striature nere che abbiamo visto, la inconfondibile puzza di idrocarburi (seppur non intensa) e il pezzo di catrame tra la macchia arancione non ci lasciano dubbi. Secondo noi nel mare c’era dell’altro e le testimonianze di chi era in spiaggia ci bastano! Che cosa è successo durante l’intenso movimento di petroliere al terminal dell’API nei giorni scorsi? Sono stati usati solventi?



... idrocarburi in mare a falconara
... idrocarburi in mare a falconara


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-06-2010 alle 19:03 sul giornale del 14 giugno 2010 - 1156 letture