contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
articolo

Concorso per vigili urbani, la Cavatassi si dimette

1' di lettura
2753

Livia Cavatassi, la dirigente comunale sul banco degli imputati per un concorso pubblico vinto dalla figlia, ha presentato le sue dimissioni.

La signora aveva già deciso di rimettere il suo incarico 15 giorni, in occasione di un Consiglio Comunale in cui Bugaro aveva denunciato l'accaduto. Un concorso pubblico per l'assunzione di 11 vigili urbani era stato infatti vinto dalla figlia della Cavatassi, arrivata prima su 282 candidati. Se però 15 giorni fa il sindaco Gramillano aveva respinto le dimissioni della dirigente comunale, ora la decisione sembra essere definitiva dopo due settimana di graticola e polemiche roventi. Sull'esito del concorso vinto dalla figlia, al momento, dovrebbe essere in corso un'indagine interna al Comune.

Giovanni Zinni (Pdl) parla di "atto giusto, di buon senso e necessario". La situazione che si era creata, secondo il consigliere di centro-destra, "aveva avuto una pesante ricaduta nell'immagine dell'Amministrazione, che non può far finta di niente di fronte ad un caso così grave". Con le dimissioni della Cavatassi, quindi, tutto chiuso? Zinni sembra confermare, ma con un appunto: "Dispiace solo che sia sempre e solo l'opposizione a denunciare avvenimenti del genere".

Chi invece punta il dito contro la "strumentalizzazione politica" è Eugenio Duca (Sinistra per Ancona), che accusa il centro-destra di aver spinto sul caso per finalità esclusivamente politiche. "Ecco perchè - secondo Duca - la Cavatassi ha deciso di togliere il disturbo per liberare il campo da altre polemiche".



Questo è un articolo pubblicato il 15-06-2010 alle 17:28 sul giornale del 16 giugno 2010 - 2753 letture