contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

La Madonna del Duomo che impressionò anche l'invasore Napoleone, ricorrenza

1' di lettura
1528

Rivive, come ogni anno, la devozione popolare per la Madonna del Duomo, “Regina di tutti i Santi”.In occasione dell’anniversario del prodigio, avvenuto il 25 giugno del 1796, i fedeli delle parrocchie anconetane hanno espresso la loro particolare devozione verso l’immagine custodita in Cattedrale, divenuta ormai un simbolo di fede.

L’immagine della Madonna “Regina di tutti i Santi”, custodita in Cattedrale, venne donata nel 1615 dal capitano di mare Bortolo come segno di gratitudine per avere visto salvato il proprio figlio durante una tempesta. In un primo momento venne posizionata nella cripta dei Santi Protettori e subito fu oggetto di particolare venerazione da parte dei cristiani di Ancona. Tale devozione convinse il cardinale Massei, Vescovo della città, a darle una migliore collocazione. Commissionò l’opera al noto architetto Vanvitelli che nel 1739 mise l’immagine nell’elegante tempietto, nell’altare di sinistra, dove è custodita attualmente.

Il momento culminante della storia dell’immagine si verificò il 25 giugno del 1976. Napoleone Bonaparte e i francesi erano alle porte, la gente aveva paura e chiedeva protezione alla Madonna. Una sera, mentre un gruppo di donne stava pregando, l’immagine di Maria sorrise più volte, rassicurando la città. Il prodigio si verificò più volte e venne certificato da una commissione di esperti. Lo stesso Napoleone ispezionò il quadro e, impressionato, lo restituì alla Cattedrale senza distruggerlo, come aveva intenzione di fare.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2010 alle 18:25 sul giornale del 01 luglio 2010 - 1528 letture