contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: la Sel dice no al rigassificatore

2' di lettura
952

sinistra libertà ecologia

Il coordinatore Regionale di Sinistra Ecologia Libertà Edoardo Mentrasti congiuntamente con il responsabile provinciale Claudio Paolinelli, in merito al progetto di realizzazione di un rigassificatore presentato da Api Nova Energia, che propone un intervento a 15 km dalla costa di Falconara , dopo aver assistito, gia' nei gg. scorsi, alla discussione in aula consiliare della mozione presentata dal Consigliere Regionale Massimo Binci contraria alla realizzazione di un rigassificatore sul territorio Marchigiano, ritiene necessario continuare il confronto in tutte le sedi istituzionali.

Pertanto nell'incontro di questa mattina si e' concordato di inviare a tutti gli iscritti di sinistra Ecologia Liberta' delle Marche presenti nelle varie istituzioni Comunali e Provinciale l'invito a presentare una mozione contro l'istallazione di un rigassificatore a largo di Falconara marittima. Il progetto ribadisce Mentrasti che “dalle notizie apparse ieri sulla stampa” ha ottenuto il via libera da parte del Ministero dell'Ambiente , prevede la realizzazione di un terminale Off Shore a 15 km dalle coste di Falconara, riadattando le strutture esistenti,attualmente operative per lo scarico delle petroliere, affinche' possano attraccarvi anche navi metaniere rigassificatrici . Gia da anni gli studiosi del settore hanno indicato come il 2015 ,l'anno in cui le riserve di gas e petrolio non potranno piu' sostenere la crescente domanda, in pratica non avremo piu' gas sufficiente a tutta la popolazione ad un prezzo accettabile.

Per queste motivazione, oltre che per quelle ambientali, questo progetto non ha nessuna ragione per essere realizzato, anche la sua sostenibilita' economica non trova nessun fondamento che ne giustifichi la realizzazione. “ Dal punto di vista ambientale , continua Claudio Paolinelli, - Falconara e' uno dei Comuni facente parte dell'Area ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale ( AERCA) cosi come e' stata individuata dal Consiglio regionale nel 2000 e quindi la realizzazione di un rigassificatore non potra' che andare a peggiorarne le condizioni generali con tutto quello che ne consegue per la salute umana”.

“Non dobbiamo dimenticarci della vicinanza dell'area protetta del Conero e che tutto l'ambiente marino circostante all'impianto e' destinato a subire notevoli modificazioni a causa del rilascio di migliaia di Tonnellate di ipoclorito o altri composti al cloro, a causa dell'utilizzo dell' acqua marina necessaria per il processo di rigassificazione.” Per tutto questo Sinistra Ecologia Liberta' continuera' questa battaglia necessaria per impedirne la realizzazione , presentando in tutti i Comuni dove siamo presenti Mozioni che coinvolgano le amministrazioni e le impegnino a prendere posizione contraria sul progetto presentato da API Nova Energia .



sinistra libertà ecologia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2010 alle 16:14 sul giornale del 29 luglio 2010 - 952 letture