contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Don Lazzerini: siamo qui per la Grazia di Dio

2' di lettura
799

Vangelo

Don Antonello Lazzerini commenta il Vangelo di domenica 29 agosto.

Dal Vangelo secondo Luca 14, 1. 7-14

Avvenne un sabato che Gesù era entrato in casa di uno dei capi dei farisei per pranzare e la gente stava ad osservarlo. Osservando poi come gli invitati sceglievano i primi posti, disse loro una parabola: "Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più ragguardevole di te e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: Cedigli il posto! Allora dovrai con vergogna occupare l'ultimo posto. Invece quando sei invitato, và a metterti all'ultimo posto, perché venendo colui che ti ha invitato ti dica: Amico, passa più avanti. Allora ne avrai onore davanti a tutti i commensali. Perché chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato". Disse poi a colui che l'aveva invitato: "Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i ricchi vicini, perché anch'essi non ti invitino a loro volta e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando dài un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti".


Nulla si fa se non per una convenienza. Certo, ma che cosa veramente conviene? Vivere! Trovare soddisfazione! Essere liberi! Bellissimo l’esempio del pranzo! Quando offri mettiti nella condizione di non poter essere ricambiato, e quando ricevi mettiti nella condizione di non dover ricambiare. La convenienza stà nel vivere gratis! Perché io e tu, uomini, siamo stati voluti gratis; cioè siamo qui per la Grazia di Dio, che ci ha creati. Eh, si; ma per vivere bisogna lavorare, vendere e comprare, bisogna sapere stare al mondo! Vero!! Ma lo stare al mondo senza riconoscere Chi ti vuole è tipico di tutto ciò che non è umano.

Le piante e gli animali nella foresta vivono senza che nessuno si occupi di loro? L’uomo no! Se volete potete andare avanti a lungo ad arrovellarvi su questo tema, Gesù la fa breve, la ricompensa della vita te la dà Chi ti ha voluto, se tu ci sei stato al suo criterio di vivere secondo la Sua stessa Gratuità. La Carità è il metodo con cui vive l’uomo cosciente del proprio dramma: “E’ sempre un Altro che fa”. Tra un uomo e una donna, c’è sempre un terzo, che “de-finisce”, il loro amore: il figlio. Attenti nel contestare, se eludete un pezzo di quello che c’è nella realtà, vi prendete in giro.



Vangelo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-08-2010 alle 19:04 sul giornale del 30 agosto 2010 - 799 letture