Ballanti scrive al Sindaco: 'No al ritorno della vecchia viabilità'

viabilità 2' di lettura Ancona 04/09/2010 -

Gentili Sig.Sindaco e Sig.ri Assessori,
unitamente ad altri cittadini, gruppi ed associazioni siamo fortemente allarmati e preoccupati per il sostanziale smaltimento della viabilità coraggiosamente attuata dal Sindaco Sturani, che, con la riduzione degli accessi facili per il centro (effetto dissuasione, su modello di molte altre città) e l'estenzione delle corsie preferenziali dei bus (anche se in via XXIX Settembre sono state successivamente rimosse), contestualmente alla realizzazione di alcuni parcheggi scambiatori, ha consentito la diminuzione del traffico privato.



Ora, su pressioni di categorie economiche, che intendono calare nuovamente su Ancona una vecchia impostazione della viabilità ad uso del traffico privato, con ostacoli al trasporto pubblico (e, addirittura, a chiedere in prospettiva la realizzazione di un parchegggio sotterraneo sotto piazza Cavour), il Comune sembra accogliere le istanze retrograde di tali categorie, concedendo un periodo di "sperimentazione", che è già di per sé un segnale fortemente negativo.
Inoltre così facendo si vanificano tanti soldi dei cittadini spesi in questi anni per scelte opposte e ciò lede ancora più la fiducia nelle Istituzioni cittadine.

Con la presente voglio esprimere il mio dissenso su tale cedimento e ritorno al passato in fatto di viabilità, chiedendo di destinare i fondi pubblici per interventi più utili ed urgenti, come di seguito specificato nei punti concordati dai gruppi e associazioni promotrici dell'iniziativa:

- non toccare la viabilità in corso Stamira e non sopprimere la corsia preferenziale dei bus, nè per intero, nè per un tratto;
- agevolare l'entrata al parking Stamira direttamente e velocemente dalla galleria san Martino (anche consentendo la svolta da via san Martino in via Simeoni), costata parecchie milioni di euro ed ideata per l'accesso veloce in centro senza prolungare per piazza Kennedy (anche per questo non si comprende perchè occorra percorrere il tragitto più lungo..);
- mantenere l'impianto della viabilità Sturani per contenere l'inquinamento in centro ed anzi impegnarsi a ridurre il traffico per rientrare nei parametri imposti dall'UE sullo sforamento delle emissioni inquinanti per non dover pagare la multa salata il prossimo anno;
- risparmiare gli 800.000€ previsti per adeguare la rotatoria san Martino in caso passasse la decisione di consentire l'entrata in centro da corso Stamira e via d'uscita la galleria san Martino; soldi che devono essere spesi per altre priorità;
- potenziare i parcheggi scambiatori con navette veloci sullo stile linea express 46 da Tavernelle;
- ripristinare i manti stradali ormai indecenti utilizzando soldi che si risparmierebbero se venisse mantenuta l'attuale viabilità.

Ringraziando dell'attenzione si inviano Cordiali Saluti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-09-2010 alle 17:28 sul giornale del 06 settembre 2010 - 1343 letture

In questo articolo si parla di attualità, viabilità, Daniele Ballanti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bND





logoEV
logoEV