contatore accessi free

Volley: 6050 fischi al Palarossini per la 'strategia' del Brasile

mondiale di volley 3' di lettura Ancona 03/10/2010 -

Con oltre 21.000 spettatori si conclude la tre giorni di volley al Palarossini di Ancona: un sold out rovinato però da una “imbarazzante” performance dei verde oro, più preoccupati ad evitare Cuba che di giocare a pallavolo.



6050: tanti erano sabato sera gli appassionati di volley accorsi al Palarossini per assistere al match conclusivo della Pool N di questi Mondiali 2010. 6050 sono stati gli altrettanti fischi a fine match a sottolineare la deludente prestazione del Brasile contro la Bulgaria. La spiegazione del 0-3 non è infatti da ricercarsi nella forza delle riserve Bulgare schierate da Prandi.

No. La ragione di un così netto punteggio è da imputarsi a un freddo calcolo matematico fatto lecitamente dalle due formazioni: perdere la partita, infatti, significava evitare la temibilissima Cuba, vincitrice del Brasile per 3-2 nella precedente fase. Largo quindi ad un inedito 4-2 brasiliano, dove, con Marlon e con Bruno a riposo, nella diagonale dei registi si sono ritrovati addirittura due opposti. I Bulgari hanno risposto con le seconde leve che, desiderose di mettersi in luce, hanno messo in campo una buona dose di buona volonta' e di entusiasmo ad ogni muro inflitto ad uno svogliato Visotto ed ogni ace inflitto ai verde oro.

Le riserve delle Bulgaria, pur senza strafare, si sono aggiudicate così comodamente l'incontro. Il Brasile dal suo canto ha subito 10 ace, ricevuto col 22% ed attaccato con un misero 32%; numeri eloquenti che spiegano i cori riservati ai brasiliani dai 6050 di Ancona: da un continuo “buffoni, buffoni”, a cartelli di protesta improvvisati fino alle spalle voltate al campo che chiudono in malo modo quella che sarebbe dovuta essere una festa dello sport.

Dopo questo “spettacolo” qualcuno inizia a mettere in discussione la formula del mondiale che a causa delle fasi a gironi e dei continui incroci non farebbe altro che alimentare strategie simili a quelle messe in atto dal Brasile e dalla Bulgaria sabato sera, non certo le prime a ricorrere a tali mezzi pur di evitare un avversario "scomodo". L'auspicio di molti è che si ritorni alla formula di quattro anni fa che non dava spazio a questi "pensieri strategici".

Ora le partite si trasferiscono a Roma e Firenze per la terza fase: Italia nella Pool O in compagnia di Francia e Usa. Il Brasile evita così Cuba e finisce nella Pool R con Repubblica Ceca e Germania. Solo in campo deciderà se i verde oro hanno fatto bene i loro conti. Così il resto delle formazioni: Spagna, Bulgaria e Cuba nella Pool Q, Serbia, Argentina e Russia nella Pool P. Gli incontri inizieranno a partire da lunedì 4 ottobre: che la caccia alla finalissima abbia inizio.

Per i risultati finali della seconda fase e il programma della terza fase:



Scarica il pdf Risultati II fase e programma III fase





Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2010 alle 13:24 sul giornale del 04 ottobre 2010 - 1680 letture

In questo articolo si parla di sport, isabella agostinelli, volley, mondiale, risultati ii fase e programma iii fase

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cRc





logoEV
logoEV