contatore accessi free

Quartiere Adriatico: l'intergrazione al servizio di raccolta porta a porta

anconambiente logo 2' di lettura Ancona 06/10/2010 -

In alcune vie del quartiere Adriatico sono già in corso modifiche integrative al servizio “porta a porta”. Nelle prossime settimane, accanto ai contenitori verdi e marroni già presenti (dedicati rispettivamente alla raccolta di vetro/metalli e della frazione organica) saranno infatti aggiunti anche quello per la carta, quello per la frazione indifferenziata e – come previsto per i condomini con almeno 10 famiglie – anche per la plastica.



La prassi dell’azienda è da sempre quella di collocare il più possibile i contenitori all’interno di spazi privati utilizzando, quando presenti, le pertinenze delle singole unità abitative: ciò non soltanto per un discorso di decoro urbano ma anche e soprattutto per garantire una migliore qualità del rifiuto conferito. La strategia operativa con cui AnconAmbiente sta procedendo, su indicazione del Comune di Ancona e del Consorzio Conero Ambiente, muove dal fatto che, a parecchi mesi dall’avvio del servizio, nelle vie in cui si è definitivamente accertata una carenza o totale assenza di spazi privati è ora il tempo di creare delle isole di prossimità costituite da batterie di contenitori per tutte le diverse frazioni di rifiuto. Tali isole potranno essere utilizzate da più condomini; il cittadino troverà espressa indicazione dei numeri civici grazie agli adesivi apposti sul coperchio dei contenitori stessi. I cittadini verranno dotati gratuitamente di una chiave per utilizzare tali contenitori, così da evitare introduzioni improprie da parte di altri utenti o vandali. Le zone già raggiunte sono via Fazioli, via Isonzo, via Rovereto, via Frediani, parte di via Orsi e parte di via Cadorna (queste ultime nel tratto che insiste da Corso Amendola al Viale della Vittoria).

Entro sabato 9 ottobre la modifica interesserà anche via Tommasi e via Rodi. L’integrazione al servizio sarà ultimata entro la fine di ottobre. “E’ importante sottolineare che si tratta di un’operazione di messa a regime del servizio di raccolta “porta a porta” e che, pertanto, non vi sarà alcun dispendio di mezzi o contenitori” – dichiara Giorgio Marchetti, Vice Presidente di AnconAmbiente. “Tutti i contenitori già presenti verranno infatti semplicemente riorganizzati e riposizionati per tutte le frazioni di rifiuto, eliminando così il conferimento a sacco. L’attività degli operatori proseguirà regolarmente con le cadenze e gli orari di ritiro già noti ai cittadini”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-10-2010 alle 19:34 sul giornale del 07 ottobre 2010 - 773 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, Anconambiente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cZp





logoEV
logoEV