contatore accessi free

Falconara: trovati resti di animali interrati illegalmente, indagato il titolare dell'azienda

carabinieri 1' di lettura 19/10/2010 -

I carabinieri del Noe di Ancona hanno scoperto oltre ottanta resti ossei di capi di bestiame sepolti illegalmente nei terreni di un allevamento. Si tratta dell'Azienda Agricola di Rocca Priora del prof. Remigio Baldoni & Altri, specializzata in agricoltura a basso impatto ambientale.



Lo scorso 29 settembre, insieme ai colleghi del Nas, i militari avevano ispezionato l'impresa di Guido Baldoni, docente di agronomia a Bologna, trovando la carcassa di un bovino, morto per cause imprecisate e sotterrato nel perimetro aziendale nonostante la legge imponga di smaltire i resti animali, potenzialmente infetti, come rifiuti speciali pericolosi.

Su ordine della procura di Ancona, che aveva sequestrato circa 500 metri quadrati di terreno, i carabinieri hanno fatto ritorno nell'azienda dove hanno trovato resti di decine di ossa, appartenenti a bovini e probabilmente anche suini. Sul posto sono intervenuti anche i veterinari dell'Asur, che insieme all'Istituto Zooprofilattico di Marche e Umbria, dovranno stabilire le cause dei decessi. Non vi sarebbero rischi per la salute pubblica. Il titolare dell'azienda è indagato per interramento di carcasse animali.






Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2010 alle 18:05 sul giornale del 20 ottobre 2010 - 1336 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, falconara marittima, carabinieri di assisi, bovino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dtg