contatore accessi free

Rapporto di Legambiente su Inquinamento e qualità ecologica: Ancona in caduta libera

ancona 2' di lettura Ancona 20/10/2010 -

E’ stato pubblicato il rapporto annuale di Legambiente sulla sostenibilità e “qualità ecologica” delle nostre citta; il rapporto vede scendere precipitosamente Ancona dal 24esimo posto dello scorso anno al 39esimo.



I parametri di valutazione utilizzati per stilare la classifica sono diversi, ma nell’insieme raggruppabili nelle macro-categorie di: acqua, aria, trasporti, rifiuti, energia, verde. Tutti argomenti “scottanti” nelle quali la nostra amministrazione dice di voler investire, ma poi a livello pratico vediamo fare ben poco. Sull’argomento dello smaltimento dei rifiuti, ad esempio, pende ancora il progetto sul modello tipo-Vedelago, proposto da Ancona 5 Stelle, che il Sindaco stesso caldeggiò mesi fa e che invece ora giace sul tavolo senza nessuna risposta. Un progetto che avrebbe solo vantaggi, apporterebbe introiti alle casse comunali, creerebbe indotto occupazionale, costerebbe molto meno di quello ipotizzato da Conero Ambiente e avrebbe anche un miglior impatto ambientale. I motivi per cui non viene approvato sono sconosciuti, dato che ci risulta che i soldi in Regione sono ancora disponibili (si sono solo ridotti a circa 1,8 milioni di euro, che basterebbero comunque per la realizzazione dell’impianto).

Anche sull’inquinamento, i dati che abbiamo a disposizione per la qualità dell’aria sono ben al di sotto di ogni “buona intenzione” dato che gli sforamenti dei livelli di PM10 sono stati ben oltre 120 al Porto e oltre 80 a Torrette e Via Bocconi. Pochi sanno che, essendo Ancona la terza città d’Italia con l’aria più inquinata, se non si corre ai ripari entro la fine dell’anno, l’amministrazione comunale dovrà pagare salatissime multe fissate dall’Unione Europea. E invece cosa vogliono fare i nostri amministratori? E cosa stanno facendo? Ancora si parla di parcheggi in centro e di viabilità, quando invece si dovrebbero incentivare in tutti i modi soluzioni alternative (parcheggi scambiatori, trasporti pubblici ed elettrici, realizzazioni di parchi e isole pedonali). Piccoli passi sono stati fatti, approvando all’unanimità alcune delle proposte di Ancona 5 stelle nello scorso consiglio Comunale: l'installazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche e un emendamento al documento programmatico per il nuovo piano urbanistico, finalizzato a "incentivare pratiche urbanistiche ed edilizie orientate alla riduzione dei consumi energetici, sia nel patrimonio edilizio degli enti pubblici, sia nell'edilizia privata."

Inoltre, è pronta una nuova mozione, già approvata in Commissione, per l’istituzione di colonnine per alimentare i Tir frigoriferi in sosta al porto. Insomma, mentre assistiamo ad una totale paralisi della Giunta comunale, intenta a contare e a spartirsi le poltrone, la qualità di vita nella nostra città sta velocemente precipitando sotto l’indifferenza di maggioranza e opposizione. Cristina Lazzeri – Gruppo consiliare Ancona 5 stelle Link per visualizzare la classifica completa di Legambiente http://static.repubblica.it/speciali/consumi/table/ecosistema-urbano-classifica/ecosistemaurbano.pdf


da Ancona a 5 stelle - Beppe Grillo
lista civica




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2010 alle 11:54 sul giornale del 21 ottobre 2010 - 731 letture

In questo articolo si parla di attualità, Ancona a 5 stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dut





logoEV
logoEV