contatore accessi free

Pdl: indagare sulle agenzie per la formazione di addetti alla sicurezza

popolo della liberta 2' di lettura Ancona 21/10/2010 -

Il Consigliere Provinciale del PDL Lorenzo Rabini , apre un “fascicolo” di lavoro e di sindacato ispettivo su una questione che coinvolge sia Regione che Provincia in materia di formazione , in particolare di quella formazione professionale del personale addetto ai servizi di controllo delle attivita’ di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi.



“Infatti – dichiara Rabini – l’argomento per il quale ho predisposto apposita interrogazione da presentare al Consiglio Provinciale , e’ per propria natura , assolutamente serio ed anche di forte attualita’ , considerato che ultimamente , a regolare e disciplinare gli aspetti professionali e comportamentali della materia , sono intervenuti atti come quello della Giunta Regionale ( DGR 735 del 05/05/2010) che di fatto , non solo ha determinato una proroga di un preciso processo amministrativo , ma e’ conseguenza di Leggi quale la 94 del 15 Luglio 2009 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica) , di Leggi Regionali come la n.16 del 26 Marzo 1990 (Ordinamento del sistema regionale di formazione professionale) e di due Decreti Del Ministero dell’Interno ( 6 Ottobre 2009 e 31 Marzo 2010 ) .”

“La determinazione dei requisiti – continua il Consigliere del PDL –per l’iscrizione nell’elenco prefettizio del personale addetto ai servizi di controllo delle attivita’ di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi , le modalita’ per la selezione e la formazione del personale sono , come dicevo , elementi caratteristici di un processo legislativo che ora ha prorogato un regime transitorio e per il nuovo anno vedra’ a pieno applicazione tutte le nuove disposizioni per una categoria professionale che attendeva da molto tempo una normativa piu’ chiara sugli addetti alla sicurezza (basti solo pensare ai “buttafuori”delle discoteche o alle guardie del corpo personali.)

“Quello che in questo momento e’ – sottolinea Rabini – il motivo cardine della mia interrogazione e’ proprio la probabile mancanza dei requisiti legislativi in tema di formazione professionale dell’addetto alla sicurezza , cioe’ quel percorso formativo istituito e disciplinato dalle Regioni e attuato dalle Province per il quale l’Agenzia , la Societa’ o altro appellativo che dir si voglia degli organismi di formazione , non possiede tutti gli accreditamenti definiti dalla Regione Marche ed in conformita’ al modello definito ai sensi dell’Accordo Stato-Regioni e Province del 20/03/2008.” “Insomma – conclude Rabini – da una informazione che il sottoscritto ha ricevuto , ci sarebbe chi , in questo momento , organizza corsi di formazione per addetti ai servizi di controllo delle attivita’ di intrattenimento e spettacolo senza possedere i requisiti legislativi e normativi corretti, l’interrogazione ha proprio lo scopo di scavar ancor piu’ a fondo su questa situazione.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2010 alle 22:34 sul giornale del 22 ottobre 2010 - 810 letture

In questo articolo si parla di politica, popolo della libertà, Coordinamento Provinciale del PdL

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dAf