contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Rabini: 'E' ora che nasca un nuovo Ptc'

3' di lettura
651

popolo della liberta

Il consigliere provinciale Lorenzo Rabini attacca la Giunta Provinciale in tema di pianificazione territoriale e gli argomenti per questa polemica non mancano.

“Due anni fa – attacca Rabini – proprio su forti pressioni del sottoscritto, seguito poi da tutto il resto del Consiglio Provinciale , si diede inizio ad un processo politico-amministrativo di rivisitazione ed aggiornamento del PTC (Piano Territoriale di Coordinamento), strumento essenziale per una corretta pianificazione sulle destinazioni d'uso del territorio dell'intera Provincia, ricordo proprio che l'argomento che scateno' l'esigenza di rimodulare il PTC fu la questione dei centri commerciali relativi alle aperture della grande distribuzione.”

“Da quel momento – prosegue l'esponente del PDL – la tematica relativa ad un nuovo strumento di pianificazione territoriale fu alimentata da una serie di incontri organizzati proprio dalla Provincia all'ISTAO nei quali l'aspetto più significativo e che emerse quale protagonista principale di un nuovo modo di concepire il territorio, fu proprio l'esigenza di riformulare un PTC che tenesse conto in particolar modo della nuova cultura di territorio basata sulla tutela dell'ambiente e su una presa di posizione politica piu' forte rispetto all'aggressivita' senza limiti e regole degli insediamenti commerciali e residenziali.”

“Non vorrei – dichiara Rabini – che il tutto si sia limitato a quegli incontri all'ISTAO poichè in seguito di atti concreti sul PTC non se ne sono visti, alle dichiarazioni di un nuovo modo di concepire il territorio non sono state prese conseguenti iniziative politiche serie e vere, anzi proprio in questi momenti ci sarebbe bisogno almeno in Provincia di un nuovo documento di indirizzo territoriale considerate anche le nuove forme nate ultimamente per la realizzazione di quelli che poi sono in effetti veri centri commerciali come appunto i Parchi commerciali”.

“Per non parlare poi ancora – continua il Consigliere – della questione degli impianti a terra dei pannelli fotovoltaici che nel concreto cozzano e anche molto con la pubblicita' turistica delle nostre colline e sull'immagine enogastronomica dei nostri territori agricoli , sempre meno usati per colture e sempre piu' ricercati per il fotovoltaico o per lo sfruttamento di nuove ed imponenti lottizzazioni come quella che la maggioranza di centro-sinistra di Camerano ha deciso di fare quando qualche settimana fa ha trasformato da agricola ad edificabile un'area di più di 11 ettari nella bella valle del Buranico, zona ex Cavallini tanto per intenderci, considerata l'attenzione che anche la Procura ha posto ultimamente verso quella parte di territorio cameranese.”

“Dunque – conclude Rabini – proprio perchè la Provincia anche sulla questione di Camerano non ha finora posto nessun tipo di contrarietà rispetto a questa pessima programmazione sull'uso del territorio, è necessario passare dalle parole ai fatti, è ora che nasca un nuovo PTC , dove vedremo concretamente chi, non solo sulla carta, ma ad atti ufficiali, si schiererà per una nuova cultura della programmazione territoriale e chi no.”



popolo della liberta

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-11-2010 alle 19:15 sul giornale del 04 novembre 2010 - 651 letture