contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: Cittadini in Comune attacca sulla questione Cam, il sindaco Brandoni nel mirino

2' di lettura
640

cam falconara

Il Sindaco Brandoni e l’AD di MarcheMultiservizi - con la complicità del Presidente del CAM SpA Sciocchetti - stanno trattando il CAM come un carciofo a cui tolgono le foglie commestibili!

La rinuncia a partecipare al Bando di gara per i servizi di raccolta dei rifiuti solidi urbani riguardante i Comuni di Camerano, Chiaravalle, Montemarciano e Monte San Vito determinerà il taglio di 14 lavoratori attualmente in forza al CAM che, certo, saranno assunti da chi vincerà l’appalto, ma con contratti forse peggiorativi. Ma il taglio dei lavoratori e l’abbandono degli appalti è una follia poichè, nel caso del servizio svolto a Monte San Vito (porta a porta) e Montemarciano, il CAM era in attivo!

Allora è bene che il Sindaco di Falconara ed il suo Assessore Mondaini sappiano che quanto sta accadendo si chiama IMPOVERIMENTO del CAM e loro ne sono i primi responsabili! IMPOVERIMENTO , poiché è incontrovertibile il valore dell’operatività extracomunale perso dall’azienda, la perdita del valore del lavoro vivo del personale, la perdita delle competenze e delle professionalità accumulate nell’esercizio dell’attività!

Quelli sopraccitati sono anche i motivi sufficienti che avrebbero dovuto far concorrere al mantenimento di un contratto! Cittadini in Comune addita in Marche Multiservizi il braccio operativo di questo IMPOVERIMENTO e giudica la scelta di MMS di non partecipare alla gara come lesiva dell’impegno a gestire l’Azienda con la dovuta diligenza (…) conservando l’efficienza dell’organizzazione (art. 5 del Contratto d’affitto di Azienda). Ma, a parere di CiC, la mancanza di diligenza da parte di MMS chiesta dal contratto d’affitto si riverbera anche sulle dotazioni patrimoniali dato che gli strumenti del porta a porta (cassonetti - camion- ecc.) non verranno utilizzati o saranno sottoutilizzati! Cittadini in Comune, da 10 giorni, ha chiesto la convocazione urgente del Consiglio Comunale.

Ancora non è stata neanche convocata l’apposita Commissione consiliare né la riunione dei capigruppo consiliari. Nulla sappiamo sulla richiesta - urgente - di conoscere i Verbali 2010 delle Assemblee dei Soci, del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale di CAM SpA. Abbiamo il fondato sospetto che il processo di fusione sia bloccato e che torni a galla la prospettiva di triturare l’azienda CAM e i lavoratori:

Marche Multiservizi punta a prendersi i servizi che possono dare redditività e lascerà i servizi più poveri (manutenzioni del verde, pubblica illuminazione, ecc.) allo sbando … così come i lavoratori! Loris Calcina (capogruppo consiliare Lista Civile Cittadini in Comune - Falconara M.ma)



cam falconara

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2010 alle 15:55 sul giornale del 13 novembre 2010 - 640 letture