contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

PD: 'La Consulta boccia il governo sui tagli alla montagna'

1' di lettura
520

partito democratico

“La bocciatura da parte della Corte costituzionale ai tagli del Governo alla montagna è la conferma di quanto il PD, anche in provincia, ripete da mesi, cioè che è assolutamente illegittima una norma che incide sui mutui che le Comunità montane hanno stipulato facendo affidamento su fondi garantiti dallo Stato”.

Il Segretario provinciale PD, interviene dopo la sentenza della Corte costituzionale di pochi giorni fa che, bocciando l’articolo 2 comma 187 della Finanziaria 2010, ha dichiarato illegittima la soppressione dei trasferimenti erariali alle Comunità montane voluta dal Governo per quanto attiene al fondo sviluppo e investimenti. “Con questa ennesima bocciatura – continua il segretario – si conferma l’irragionevolezza dei provvedimenti governativi a danno delle aree montane. Ora l’esecutivo, nella legge di stabilità, deve uniformarsi alle conseguenze di questa sentenza ripristinando i capitoli di bilancio a favore delle Comunità montane”.

“La Finanziaria – sottolinea Lodolini – oltre alle minori risorse per gli enti locali, taglia il 70 per cento del fondo per la montagna” La perdita della montanità per alcuni territori è un danno gravissimo. Intere comunità saranno escluse da benefici a cui hanno e avrebbero pieno diritto. Anche le imprese non godranno più di agevolazioni che in molti casi sono state essenziali per la loro sopravvivenza. I parlamentari del Pd – prosegue Lodolini – hanno chiesto di istituire un Fondo nazionale integrativo per i comuni montani per il finanziamento di progetti di sviluppo socio-economico; per la presenza dei servizi essenziali, quali la sanità e la scuola; per lo sviluppo del turismo montano e degli sport di montagna; e per misure a sostegno dell’ambiente e dell’agricoltura locale”.



partito democratico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2010 alle 17:26 sul giornale del 24 novembre 2010 - 520 letture