Numana: frana il terreno durante gli scavi, muoiono i fratelli Sciacca

ambulanza 1' di lettura 14/12/2010 -

Sono rimasti intrappolati sotto il fango e la terra crollata proprio sopra di loro mentre stavano eseguendo dei lavori di scavo. I corpi di due operai, fratelli, sono stati estratti dai Vigili del Fuoco.



Sono altre due vittime di infortuni sul lavoro i fratelli Mario e Stefano Sciacca di 65 e 61 anni, morti nel crollo di una porzione di terreno a Numana. I due erano impegnati in lavori di scavo quando improvvisamente si è verificato il crollo.

I fratelli Sciacca, entrambi di Numana e titolari della ditta EdilConero, stavano eseguendo un allaccio alla rete fognaria dello stabilimento balneare 'La Perla', a circa 200 metri dalla battigia, e si trovavano a 2-3 metri di profonditàquando una spalla della buca che avevano scavato ha ceduto. I due sono stati travolti dalla fanghiglia senza possibilità di scampo. In quel momento era in corso anche una forte nevicata che ha contribuito a rendere più fragile il terreno.

Sul posto è intervenuto anche il 118 ma per i due operai non c'era più nulla da fare.






Questo è un articolo pubblicato il 14-12-2010 alle 15:27 sul giornale del 15 dicembre 2010 - 2008 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, numana, soccorsi, infortuni sul lavoro, ambulanze

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/fq5





logoEV
logoEV
logoEV