contatore accessi free

Ugl: 'Ancona sotto la neve, il Comune pure?'

neve 1' di lettura Ancona 14/12/2010 -

Come previsto, ormai da giorni, la neve ha fatto la sua comparsa in Ancona. Anche questa volta il Comune ha brillato per l’efficienza e l’immediatezza delle sue iniziative. 14 dicembre mattina di caos: niente mezzi spargisale fino alle 12.30, strade bloccate impossibile andare in qualunque posto.



Certo era meglio stare a casa, ma se per pura sfortuna ci si doveva recare presso gli ospedali cittadini, qual’era la situazione? A Torrette mezzi di soccorso bloccati sia all’interno dell’area ospedaliera che impossibilitati ad accedervi dall’esterno. Salesi alle 17.30 ancora inaccessibile sia per i pazienti che per il personale, sia in entrata che in uscita. Il Comune e i suoi mezzi dov’erano? Boh! Eppure gli ospedali dovrebbero avere, a buon senso se non per normativa di emergenza, la priorità o mi sbaglio?

Il Comune con tutti i responsabili non potevano non sapere che Torrette è a rischio isolamento proprio perché sito in una conca, con un asse attrezzato che diventa una giostra impazzita in questi casi, mentre il Salesi ha accesso solo con una salita difficoltosa e scivolosa con la neve. Domani con il ghiaccio cosa succederà? Sarà vietato star male? La UGL Sanità di Ancona, ribadisce che l’immobilismo di questa Giunta Comunale da adito a pensieri di incompetenza e miopia organizzativa.

Consiglia ai lavoratori di questo settore di portarsi al seguito, per i prossimi giorni, un paio di pacchi di sale grosso da spargere man mano che procedono verso il luogo di lavoro, facendo così anche i cittadini-pazienti troveranno gli accessi agli ospedali sgombri, forse il Sindaco li ringrazierà!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2010 alle 18:30 sul giornale del 15 dicembre 2010 - 1131 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, neve, ospedale salesi, Lina Rossi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/fsQ





logoEV
logoEV