contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: i tecnici relazionano sul piano urbanizzazione di Falconara Alta

3' di lettura
719

castello di falconara

La Commissione Tecnica ha relazionato circa gli orientamenti scaturiti a seguito dell’esame degli elaborati provenienti dai cittadini, che hanno risposto al bando pubblico di interesse per una ipotesi progettuale di insediamenti abitativi nelle zone alte di Falconara.

E’ stata sottolineata la validità e la originalità del metodo adottato tendente a recepire suggerimenti concreti da parte dei proprietari dei terreni, dei tecnici delle Imprese Edilizie e, in ultima istanza, direttamente dai cittadini interessati circa le disponibilità concrete atte a favorire l’insediamento di nuovi residenti.

Tale orientamento si inserisce coerentemente nell’indirizzo urbanistico adottato da questa Giunta avente l’obiettivo di invertire la tendenza all’esodo dalla città, in atto da troppi anni. E’ maturo, infatti, il tempo che Falconara Marittima ritorni ad essere meta appetibile per quote di popolazione, in particolare giovani, che vogliono vivere lungo la costa, a contatto con i centri più importanti del territorio e con infrastrutture adeguate, in termini di mobilità e di servizi più in generale, all’altezza dei tempi.

La linea da perseguire è quella di consentire gradualmente la possibilità di implementare modeste quote abitativae,di qualità, con limitati indici di edificabilità, costruzioni di uno o due piani, ricorrendo alle migliori tecnologie in tema di risparmio energetico e utilizzazione di fonti energetiche alternative e rinnovabili, mono o bifamiliari, distanziate da ampie zone di verde, in zone possibilmente panoramiche, dotate di tutti i servizi necessari. L’apporto da parte dei privati, per realizzare quanto delineato, è essenziale. Infatti dagli stessi, prevalentemente in forma associata, dovranno essere concesse ampie zone di terreno a titolo gratuito per usi pubblici e verrà richiesto, altresì, un concorso fattivo e oneroso, anche a titolo di monetizzazione, utilizzando gli strumenti urbanistici in vigore, al fine di realizzare opere pubbliche, indicate ad insindacabile giudizio dell’Amministrazione, di cui la città ha enorme bisogno. Al riguardo di tale opere una emerge su tutte.

L’Amministrazione Comunale si farà interprete presso gli Enti sovraordinati (Stato, Regione e Provincia) e le Aziende Statali competenti (Anas) affinché si realizzi uno svincolo sulla Variante SS16, perché si renda possibile una entrata e una uscita suppletiva autonoma per il traffico veicolare da e per la città. Tale opera ridurrebbe, semplificherebbe e velocizzerebbe il traffico di attraversamento urbano ed extraurbano di circonvallazione, giunto ormai a limiti insopportabili. Si sottolinea che non sarà permessa in alcun modo l’edificazione in zone suscettibili di dissesto idrogeologico. Al proposito sarà onere del Comune, pur con le limitate risorse a disposizione, avviare celermente una indagine geologica specifica al fine di escludere e/o delimitare le aree con tendenza a possibili movimenti franosi.

La tranquillità e la sicurezza dei cittadini residenti è prioritaria e resta la prima cura di questa Amministrazione. Gli orientamenti e le ipotesi sin qui discusse ed analizzate in termini prevalentemente tecnici ed urbanistici, dopo un primo preventivo esame con le Commissioni Consiliari competenti, saranno portati alla discussione della cittadinanza in sedute pubbliche e conseguentemente approfondite con i tecnici, in particolare operanti nella città. La Giunta reputa così di portare a compimento un processo di formazione delle decisioni attraverso un metodo fattivo e concreto di informazione partecipazione democratica. Un particolare ringraziamento intende estenderlo alla Commissione formata di tecnici di comprovata professionalità e indipendenza, cheha contribuito con passione e competenza a redarre la Relazione finale, fornendo alla Amministrazione utili e preziosi elementi di valutazione.



castello di falconara

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2011 alle 12:38 sul giornale del 31 gennaio 2011 - 719 letture