contatore accessi free

Falconara: Latini su Api, 'Avanti come chiedono i lavoratori'

tavolo regione-api 1' di lettura 03/02/2011 -

A giorni sarà depositata la mia proposta di modifica del PEA che preveda la possibilità di due centrali in deroga ai limiti stabiliti dal piano energetico regionale nel zone di degrado industriale per la loro riqualificazione produttiva e ambientale.



Una di questa dovrebbe essere la raffineria Api di Falconara Marittima, la cui trasformazione in centrale di 600 megawatt darebbe ricadute positive su tutti senza far venire meno i profili di tutela dall’ambiente.

I lavoratori avrebbero un futuro certo e si darebbe una spinta positiva all’occupazione, il fabbisogno energetico delle Marche troverebbe una copertura notevole, i cittadini di Falconara avrebbero energia gratis o giù di lì (come proposto per la prima volta dalla lista civica Punto a Capo) e gli interventi di sistemazione e riqualificazione di tutta la zona di Falconara Marittima a carico dell’Api come contributo di miglioria per la trasformazione produttiva della raffineria sarebbero consistenti e duraturi.

La modifica proposta serve per superare gli ostacoli di natura normativa che possono essere quelli che ostacolino quelli di un accordo tra le parti.


da Dino Latini
Consigliere Regionale Api - Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2011 alle 15:41 sul giornale del 04 febbraio 2011 - 996 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, api, dino latini, falconara marittima, raffineria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/gZE





logoEV
logoEV