Sicurezza stradale, il Comune installerà 20 colonnine speed box

ACT 3' di lettura Ancona 28/02/2011 -

In arrivo anche nuove rotatorie e telecamere in alcuni semafori ad incroci pericolosi.



L’assessore alla Viabilità Fabio Borgognoni fa il punto sui progetti del Comune per l’anno 2011, e rilancia su sicurezza stradale e traffico, due questioni che l’assessore stesso definisce “meritevoli di grande attenzione”.

Si partirà con il rifacimento della segnaletica stradale, già presentata in Giunta e che verrà divisa in stralci funzionali. “Ad Ancona, tra città e periferia, abbiamo 350 km di strade che necessitano di manutenzioni – dice Borgognoni – Inizieremo con il rifacimento della segnaletica stradale. Il primo stralcio avrà un costo di circa 180mila euro”. Oltre alla manutenzione, poi, ci sarà il monitoraggio, con il “catasto delle strade”, obbligatorio per legge, che consentirà la verifica telematica della segnaletica stradale orizzontale e verticale. Un’operazione che potrebbe costare al Comune circa 200mila euro.

Sempre nell’ottica della sicurezza, poi, il Comune ha deciso di installare degli speed box lungo le strade più “critiche” della città e del territorio anconetano. “I cittadini ci chiedono degli interventi per limitare la velocità delle automobili – dice l’assessore – Per questo, inizieremo a ragionare su delle misure che possano fare da deterrente, ed installeremo circa 20 torrette speed box”. Il costo dell’operazione si aggirerà attorno ai 40mila euro, ed interesserà “sia le strade della città che quelle della periferia”. Tra queste, via del Conero, via Ascoli Piceno e via Marconi.

Oltre agli speed box, verranno poi installate telecamere per la rilevazione automatica del passaggio con il rosso ai semafori, “per mettere in sicurezza alcuni degli incroci della città più critici”. Il costo preventivato, intorno ai 100mila euro, servirà a coprire l’installazione dei rilevatori negli incroci via Piave – via Giacomelli e via Mingazzini – via Cristoforo Colombo.

Il 2011 vedrà anche la nascita di tre nuove rotatorie, anche se (precisa Borgognoni) “dovremo discutere sulle modalità di finanziamento per queste opere pubbliche, che potranno essere realizzate con l’accensione di mutui, alienazioni o oneri di urbanizzazione”. 280mila euro è il costo di una singola rotatoria, per un impegno di spesa totale pari a circa 700mila euro. La prima potrebbe sorgere in Piazza Rosselli, tra via Giordano Bruno e via Marconi. La seconda vedrebbe la luce a Piazzale Europa, mentre la terza andrebbe a regolarizzare il traffico nell’area adiacente al centro direzione della Baraccola.

Ci vorrà invece più tempo per il piano urbano del traffico e della sosta. “Ogni progetto andrà coordinato con l’Ufficio Urbanistica dell’assessore Pasquini – dice Borgognoni – perché la nuova viabilità ed il piano parcheggi vanno studiati in base all’idea di città che si vuole portare avanti”. Borgognoni insiste comunque sui parcheggi “a corona” per il centro della città, e nel corso dell’anno verrà realizzata una speciale cartellonistica per indirizzare gli automobilisti ai parcheggi coperti più vicini. Parcheggi coperti che, secondo l’assessore “sono utilizzati al 70% della capacità massima”, e per questo vanno incentivati in quanto “la sosta in centro verrebbe facilitata, con conseguenze positive per le attività commerciali”.






Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2011 alle 17:39 sul giornale del 01 marzo 2011 - 2352 letture

In questo articolo si parla di viabilità, parcheggi, politica, comune di ancona, Fabio Borgognoni, emanuele barletta, speed box

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hTY


Perchè, se tenete davvero alla sicurezza, invece di buttare via i NOSTRI soldi, non vi decidete a mettere a posto le strade.

Ma non vi vergognate neanche un pò?!?!? L'asse attrezzato è l'emblema delle vostre capacità DISASTROSE!

Fate un favore alla città: DIMETTETEVI! La maggioranza ve ne sarà grata!

lina rossi

per la sicurezza stadale ,cari cervelloni,bisognerebbe secondo una logica , logica, sistemare DA SUBITO il manto stradale. sono tutte vergognosamente dissestate, quante pericolose. POI , tanto per sprecare un po' di soldi dei cittadini,e, o, per far vedere che l'assessore ,partorisce qualche idea ...!facciamo le rotatorie dendro le rotatorie. Questa notizia fa' indignare, come fa' indignare il fatto di non guardare la realta' delle cose. Bravi!!! ,andiamo avanti cosi': una città, con mura storiche a rischio crollo. infrastrutture fatiscenti,nodo viabilita'(mai risolto), strade anche piene di monnezza, ecc..e noi facciamo le rotatorie!!!! BRAVO!!!!cosi' aumentiamo anche l'inquinamento, complicando la vita anche ai nostri autobus station -wagon che vagono vuoti per la citta'.