Con Franzini al via la Scuola di Pace di Ancona

soldi 2' di lettura Ancona 01/03/2011 -

Non solo feste per questo giovedì grasso. Riparte infatti proprio il 3 marzo l’edizione 2011 della Scuola di Pace di Ancona, con un incontro-dibattito sul tema “Ricchi e poveri. L’Italia e le disuguaglianze economiche (in)accettabili”, in programma alle 17,30 presso la Facoltà di Economia in piazzale Martelli: ad intervenire sarà Maurizio Franzini, docente di Politica economica all’Università La Sapienza di Roma.



Intitolata quest’anno “Non c’è vera pace senza uguaglianza sociale”, la Scuola di Pace è una rassegna di incontri gratuiti con ospiti illustri sui temi della pace e della giustizia sociale, promossa da un gruppo di realtà locali del non profit, con il sostegno del Csv (Centro servizi volontariato) e il patrocinio della Provincia di Ancona – assessorato Solidarietà e Pace, e rivolta alla cittadinanza.

Il relatore ospite, Maurizio Franzini, si occupa in particolare di disuguaglianze e redistribuzione nei paesi avanzati, istituzioni economiche e benessere, cooperazione e reciprocità, nonché politiche ambientali. Riveste vari incarichi – fra cui la direzione del Dipartimento di Economia e Diritto della Sapienza e del Centro di Ricerca Interuniversitario sullo Stato sociale – e ha pubblicato estesamente in Italia e all’estero.

“La Scuola di pace di Ancona – scrivono i promotori – vuole fornire alcune chiavi di lettura dell’attuale situazione nazionale e internazionale, a livello socio-economico e culturale, per cercare di smascherare le cause fondamentali delle ingiustizie odierne che minano dal profondo una pace autentica”. Quattro in tutto, gli incontri si snoderanno fino a maggio: i prossimi appuntamento saranno con il magistrato Gherardo Colombo, il 12 aprile, e con Riccardo Petrella, del Comitato per il Contratto mondiale dell’acqua, il 18 aprile.

L’edizione 2011 della Scuola di Pace di Ancona è promossa da Arci, Circolo Laboratorio Sociale, La Tenda di Abramo, Amnesty International, Emergency, Free Woman, Acu Gulliver, Time for peace, Bottega Mondo solidale, Legambiente, Ujamaa per la pace, Cantieri di pace, A piene mani, Rete migranti “Diritti Ora!”, Ondaverde onlus e Gruppo solidarietà.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2011 alle 15:56 sul giornale del 02 marzo 2011 - 884 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hU8





logoEV