Berardinelli (PdL) difende Filippini

popolo della liberta 1' di lettura Ancona 06/03/2011 -

Le dichiarazioni lette oggi sulla stampa, unite a quelle fatte in Consiglio comunale dagli esponenti del PD sulle critiche mosse al Presidente del Consiglio comunale Filippini, suonano veramente come incredibili, oltre a dare il segno del livello di arroganza e di spregio delle istituzioni del maggior partito di maggioranza.



Arrivare a chiedere di non trasmettere ai Consiglieri un documento inviato al Presidente (in qualità di rappresentante di tutto il Consiglio) solo perché metteva in evidenza alcune problematiche molto serie dell’Amministrazione comunale, dimostra il tentativo di rendere poco trasparente il lavoro dell’Amministrazione.

Il verbale del Collegio dei Revisori dei Conti del Comune in oggetto riporta dubbi su alcune operazioni della maggioranza su cui si sarebbero fatti approfondimenti, delicati anche dal punto di vista legale e alcuni esponenti della maggioranza non trovano di meglio che redarguire il Presidente per aver messo a conoscenza tutti i Consiglieri sui fatti (tra l’altro uno dei quali sollevato dal sottoscritto), Presidente che addirittura in caso di mancata trasmissione degli atti avrebbe in questo caso forse anche violato la legge.

Da anni chiediamo più correttezza, più trasparenza, negli atti e nei comportamenti e finalmente abbiamo chi si batte accanto a noi per questi obbiettivi, ma è molto triste e dovrebbe far ragionare i più, vedere che esiste ancora chi ha paura proprio della trasparenza.


da Daniele Berardinelli
consigliere comunale PdL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2011 alle 17:17 sul giornale del 07 marzo 2011 - 809 letture

In questo articolo si parla di politica, popolo della libertà, Daniele Berardinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h9U





logoEV