Salesi: parte martedì il progetto di 'arteterapia' delle Patronesse

2' di lettura Ancona 06/03/2011 -

L'arteterapia, con i suoi colori e le sue forme variopinte, entra in ospedale e per farlo sceglie proprio il giorno della Festa della Donna.



Martedì 8 marzo infatti avrà inizio il progetto, di durata annuale, finanziato grazie alla generosa donazione del gruppo TreValli Cooperlat di Jesi, per l'associazione Patronesse del Salesi.

Si tratta del primo corso di questo tipo attivato all'interno del reparto di diabetologia diretto dal dottor Valentino Cherubini. Le speciali “lezioni” si terranno all'interno della sala giochi del Salesi, con cadenza settimanale, della durata di un'ora e mezza ciascuna. Vi prenderà parte un'equipe di esperti formata da medici, counsellor, arteterapeuti e psicologi.

“Questa donazione è stata una bellissima sorpresa – dichiara la presidente delle Patronesse Vanna Vettori- che ci consente di dare sostegno ai tanti bambini malati di diabete attraverso l'arteterapia e l'uso terapeutico dei colori”.

L'arteterapia utilizza mezzi visuali finalizzati al recupero e alla crescita della persona nella sfera emotiva, affettiva e relazionale. Si fonda sul presupposto che il processo creativo messo in atto nel fare arte produca benessere e aiuti nell'autogestione della malattia migliorando la qualità della vita. Durante il corso si esercita infatti anche la capacità pratica del bambino di risolvere i problemi in modo autonomo, aspetto particolarmente importante se si pensa che la “cura” più efficace del diabete si basa proprio sullo sviluppo dell’autonomia.

“Attraverso l'espressione artistica, facilitata da un arteterapeuta, è possibile incrementare la consapevolezza di sé -spiega Loredana Fammilume, responsabile del progetto- fronteggiare situazioni di difficoltà e stress, esperienze traumatiche e migliorare le abilità cognitive”.

Gli elaborati dei bambini ospedalizzati daranno all'operatore una chiave per capire il modo in cui decifrano la realtà: ecco perché l'arteterapia agisce positivamente permettendo al bambino di esternare il vissuto difficile all'interno dei reparti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2011 alle 13:33 sul giornale del 07 marzo 2011 - 1040 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazione Patronesse del Salesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h9j





logoEV