Ciclismo: Stortoni parteciperà al Giro d'Italia, ma prima c'è la Gran Fondo del Conero

Gran Fondo del Conero 2' di lettura Ancona 08/03/2011 -

Una grande notizia ha raggiunto Simone Stortoni alla vigilia della Gran Fondo del Conero Cinelli: parteciperà al prossimo Giro d’Italia, che farà tappa anche a Castelfidardo. La corsa, che si annuncia ricca di campioni, è un’occasione straordinaria per una giovane promessa come il campioncino di Chiaravalle. Stortoni, domenica prossima, sarà in prima fila alla partenza della grande manifestazione anconetana. Darà il via alla bagarre per aggiudicarsi il prestigioso traguardo. Accanto a lui, ad aprire il folto gruppo di ciclisti, ci sarà Barbara Lancioni, l’altra testimonial dell’evento, intenzionata ad arricchire il già prestigioso palmares granfondistico.



Negli ultimi giorni le iscrizioni hanno subito una brusca accelerata e si stanno avviando verso quota 1000, un cifra destinata ad essere abbondantemente superata, anche in considerazione del fatto che i marchigiani, solitamente, si iscrivono all’ultimo momento. Nel conteggio vanno poi aggiunti gli abbonati ai Circuiti “Marche in Bici” e degli “Italici”. Da ricordare che per ogni nuovo iscritto gli organizzatori devolveranno 2 euro alle vittime dell’alluvione che ha colpito il Sud della regione. La maggior parte dei corridori che si sono iscritti finora provengono da fuori regione, a testimonianza dell’appeal che hanno le Marche verso gli amanti della bicicletta e grazie alla promozione effettuata in campo nazionale con lo slogan “Marche da scoprire, Marche da pedalare”. A seguire la grande manifestazione anconetana, domenica 13 marzo, arriveranno anche molti giornalisti, inviati dalle testate specializzate. Molti di loro saliranno in bici per descrivere, dall’interno del gruppo, la gara e le emozioni dei partecipanti, per raccontare le sensazioni che si provano a pedalare in un territorio che in un solo colpo d’occhio abbraccia mare e monti, in una infinita gradazione di colori e sfumature. In gruppo pedalerà anche un inviato di una rivista francese.

La Gran Fondo del Conero Cinelli è e vuole essere, innanzitutto, divertimento e piacere di condividere una passione, l’amore per la bicicletta. Ecco perché gli organizzatori del Pedale Chiaravallese hanno messo in primo piano l’attenzione per la sicurezza di chi pedala. Massima attenzione anche per la lotta al doping, una delle piaghe dello sport moderno. La Conero Cinelli, insieme con Marche in Bici e con la Federciclismo, sono in prima fila nella lotta a chi bara, a chi cerca sotterfugi e scorciatoie per raggiungere un traguardo a discapito degli altri. Per questo motivo gli organizzatori hanno espressamente richiesto al Ministero della Salute di poter effettuare i controlli nelle loro gare. Lo scorso anno su quattro gare di Marche in Bici gli “ispettori” dell’antidoping erano presenti sul traguardo di ben tre manifestazioni. I fatti valgono molto di più di tante belle parole.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2011 alle 18:31 sul giornale del 09 marzo 2011 - 788 letture

In questo articolo si parla di sport, ciclismo, Gran Fondo del Conero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ifq





logoEV