Nuove proposte dagli ambulanti, la riunione dell'associazione Anva porta idee di ampio respiro

Ilva Sartini 2' di lettura Ancona 11/03/2011 -

Si è svolto qualche giorno fa, nella sede Confesercenti di Ancona, l’incontro degli operatori aderenti all’Anva (Associazione Nazionale Venditori Ambulanti). All’ordine del giorno la riqualificazione del mercato cittadino: l’Avvocato Robert Egidi ha esposto una serie di informazioni ricavate da contatti diretti con la direzione dei lavori e con la proprietà dell’ex Metro secondo le quali il recupero dell’area dovrebbe iniziare da qui ad un massimo di 4 mesi e potrebbe protrarsi per un paio di anni.



Era utile agli operatori avere questa conferma perché i lavori porteranno ad una ulteriore modifica della dislocazione del mercato del centro storico, che nel corso degli anni ha già subito continui spostamenti provocando forti disagi agli operatori, a cominciare da quelli che oggi si trovano in Piazza Cavour e che, negli ultimi anni, sono stati i più penalizzati. Contemporaneamente alla discussione che ha portato i rappresentanti a redigere alcune proposte concrete da presentare all’amministrazione, è stato nominato un direttivo pro tempore che rappresenterà gli ambulati in questa delicata fase di passaggio e che sarà così composto: Claudio Spina, Sauro Falasco e Emilio Sacchetti per la zona di Piazza Cavour; Renato Gnoli, Roberto Adamo, Ettore Urbinati e Ugo Della Corte per Corso Mazzini; Claudio Falasco, Claudio Fusco, Claudio Clementi e Leonardo Bianchi per la zona di Piazza Roma; Simone Mercuri e Aldemare Zamporlini per via Maratta; Andrea Barbacelli per il mercato del piano e Luca Francalancia per il mercato di Jesi.

I referenti saranno Claudio Spina, Claudio Falaschi ed Emilio Sacchetti, mentre il portavoce designato è Leonardo Bianchi, il quale spiega: "La rappresentanza degli ambulanti, in maniera estremamente costruttiva, ha voluto cogliere l’occasione per stilare una lista di proposte da presentare ad un tavolo di concertazione con l’amministrazione. Le richieste, legate anche al futuro congresso eucauristico che dovrebbe riguardare in particolare Piazza Cavour, sono: la dislocazione degli ambulanti, per una domenica al mese, su Corso Garbaldi collegando il mercato anche agli eventuali sbarchi delle crociere; il riposizionamento del mercato tra via Castelfidardo e corso Mazzini (dalla parte dell’ingresso al tribunale); lo sfruttamento degli spazi a lato della fontana dei cavalli in Piazza Roma. Con queste proposte alla mano crediamo che l’amministrazione debba al più presto trovare una soluzione per soddisfare le nostre esigenze e che, soprattutto, si possa finalmente togliere dall’empasse la categoria degli ambulanti anconetani che troppo fin’ora hanno dovuto sopportare".

"Come direttore regionale Confesercenti - conclude Ilva Sartini - sono estremamente soddisfatta della nascita di questo direttivo e in particolare di questo nuovo protagonismo da parte degli imprenditori".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2011 alle 16:00 sul giornale del 12 marzo 2011 - 1364 letture

In questo articolo si parla di attualità, confesercenti, ilva sartini, mercato ambulante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ime





logoEV