Falconara: gli orti comunali approdano in Consiglio Comunale

3' di lettura 23/03/2011 -

“L’Amministrazione comunale – illustra l’Ass. Gilberto Baldassarri – ha predisposto per il prossimo Consiglio Comunale, il regolamento degli orti comunali con il quale è nostra intenzione favorire i cittadini ed in particolare gli anziani, coloro che versano in condizioni di disagio socio-economico, le giovani coppie ed i giovani allo scopo di favorirne le possibilità di aggregazione, le attività occupazionali e di svago.



A tal riguardo l’Amministrazione Comunale, compatibilmente con le risorse disponibili, destinerà appezzamenti di terreno per la realizzazione di orti in vari quartieri e si inizierà con il quartiere di Castelferretti. Gli orti urbani saranno distinti in Orti Sociali ed Orti Liberi. Per poter essere assegnatari di un orto della prima categoria il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti: residente nel Comune di Falconara Marittima; aver compiuto il 57° anno di età; essere pensionato e inoccupato; non essere proprietario o coltivatore di appezzamenti di terreno ortivo o agricolo nel territorio comunale; non aver subito condanne per reati contro l’ambiente o violazioni alle norme vigenti in materia ambientale o di equivalente natura.”

La seconda categoria è di fatto aperta a tutti i cittadini ma per la formazione del punteggio che determinerà la graduatoria per l’assegnazione degli orti sono stati dati dei titoli di preferenza per le fasce sociali più penalizzate. Oltre ai criteri più classici legati al reddito sono stati previsti dei bonus per i cittadini inoccupati (3 punti), le giovani coppie (2 punti), le donne (1 punto), la presenza di invalidi nel nucleo familiare (3 punti) e per i residenti (pari 0,5 punti all’anno per un massimo di 15 punti). “Molto importante inoltre – continua l’Assessore Baldassarri - è la facoltà che si è riservata l’Amministrazione di destinare una o più aree ortive a nuclei familiari in carico ai Servizi Sociali e/o ai servizi socio-sanitari dell’ASUR, anche in deroga alle condizioni sopra indicate, o per soddisfare eventuali richieste finalizzate alla realizzazione di progetti pervenute dai plessi scolastici o da associazioni.”

“ Crediamo – concludono il Capogruppo del PDL Marco Giacanella ed i Consiglieri del PDL Sandro Barchiesi e Diego Del Prete – che l’idea degli orti sociali, già sperimentata in altre realtà, sia ottima, capace di migliorare il rapporto tra cittadino e Comune e la qualità vita dei falconaresi grazie ad un po’ di movimento, di divertimento ed alla possibilità di avere frutta e verdura freschi in casa.” “Grazie alla loro presenza – continuano i Consiglieri della maggioranza - saranno scoraggiati quei fenomeni di microcriminalità e le frequentazioni illecite in agguato nelle zone di confine nei parchi ma soprattutto la cura di un orto potrà migliorare la coscienza ecologica delle persone e potrà aiutare a recuperare quel sentore di vita sociale tra concittadini che la velocità dei tempi moderni rischia di far sparire. È per questa ragione che riteniamo un’ottima idea allargare la possibilità di avere un orto ai cittadini più giovani ed in particolare anche ai ragazzi delle scuole”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2011 alle 16:55 sul giornale del 24 marzo 2011 - 896 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iNE