Divinoinarte: percorsi sensoriali tra arte contemporanea e vino

Mark Kostabi 2' di lettura Ancona 24/03/2011 -

Dopo il successo del primo appuntamento, proseguirà domenica 27 marzo alle ore 18,30 alla Galleria Quattrocentometriquadri di Ancona la rassegna “Divinoinarte”, percorsi sensoriali tra arte contemporanea e vino, promossa dall’Associazione culturale Quattrocentometriquadri in collaborazione con “Per Mari e Monti Arte Contemporanea” e con il sostegno del Consorzio Interprovinciale dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini.



Il secondo appuntamento, dal titolo “Profondità e suadenza”, è dedicato alle opere di Mark Kostabi e Tommaso Lisanti, provenienti dalla collezione della Galleria di Civitanova Marche ‘Per Mari e Monti’ di Francesca e Gino Monti. Kostabi è uno degli artisti più noti del panorama internazionale. Nato a Los Angeles nel 1960 da una famiglia di immigrati estoni, si trasferisce a New York diventando una figura portante dell’East Village Art Movement. Personalità provocatoria, fonda "Kostabi World", un complesso integrato di studio, galleria e ufficio, famoso per l’impiego di assistenti pittori e creativi, attraverso il quale affronta il tema della mercificazione dell’arte contemporanea.

Formatosi guardando Mtv e leggendo fumetti, Kostabi ha avuto come punti di riferimento Duchamp e Warhol. Pittore, scrittore, compositore, produttore, è considerato uno degli artisti più eclettici e influenti dell’epoca postmoderna. Profili d’altri mondi, dimensioni parallele e fantastiche ci vengono suggerite invece da Tommaso Lisanti (Ferrandina, Matera 1956). Citazionista impalpabile di Giotto e Leonardo, Lisanti è un pittore stralunato e visionario, che inquieta e disorienta. Androgini, fauni e alieni cavalcano le tele, sospesi tra cielo e terra, quasi a rivelarne una timida sacralità in un’atmosfera di stasi: un’immaginazione potente quella di Lisanti, capace di evocare spazi siderali, creature aliene, delicati profili d’altri mondi.

Come vuole l’idea ispiratrice della rassegna, che invita ad un approccio all’arte contemporanea attraverso un coinvolgimento sensoriale più complesso, le sensazioni legate alla visione delle opere verranno accostate a quelle olfattive e gustative del vino, grazie ad una degustazione guidata dal sommelier Francesco Quercetti. Nei calici il Sangiovese Valturio 2007 e Verdicchio Passito “Tor Di Ruta” 2005 – Moncaro,

La partecipazione alla degustazione è riservata ad un numero massimo di 30 persone. E’ gradita la prenotazione (tel.: 3498744062_3382430040_3383374246). Quota di partecipazione: 5 euro. Le opere presentate rimarranno in esposizione presso la Galleria di via Magenta fino al successivo appuntamento (3 aprile).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2011 alle 17:34 sul giornale del 25 marzo 2011 - 1134 letture

In questo articolo si parla di attualità, 400 Mq

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iQr





logoEV