Falconara: aeroporto, nuovi voli low cost ma chiude il volo per Bergamo

inaugurazione volo 2' di lettura 25/03/2011 -

Prende il via dal prossimo 28 marzo la stagione estiva dell’aeroporto delle Marche. Crescono le destinazioni servite, infatti saranno ben 20 le mete raggiungibili dallo scalo marchigiano.



Salgono a 7 le destinazioni low cost servite dalla compagnia aerea Ryanair: Londra, Bruxelles, Dusseldorf, Trapani, Alghero e Siviglia che inaugurerà il primo volo il prossimo 4 maggio e per il quale già a oggi si registrano numerose prenotazioni. Confermati i voli charter verso alcune delle più rinomate mete balneari come Rodi e Creta in Grecia, Palma di Majorca e Ibiza in Spagna, Sharm-El-Sheik e Taba in Egitto e Monastir in Tunisia.

Sempre forte l’interesse verso l’est Europa che fa registrare il potenziamento dei voli per Timisoara, Tirana, Pristina e la nuova rotta verso Spalato, celebre meta turistica e culturale. Dall’aeroporto delle Marche è inoltre possibile volare tutti i giorni verso alcune delle principali città collegate al mondo degli affari, con Alitalia si vola a Roma e con Lufthansa Air Dolomiti a Monaco di Baviera, aeroporti strategici che danno la possibilità ai passeggeri marchigiani di poter raggiungere numerose destinazioni in tutto il mondo.

Purtroppo si comunica che alla luce della risposta del mercato, largamente al di sotto delle aspettative, la compagnia aerea Belle Air Europe ha comunicato la propria volontà di cancellare i voli diretti tra Ancona e Bergamo in quanto l’andamento delle vendite non ha soddisfatto le previsioni di lancio e ha fatto registrare uno scarso interesse da parte del bacino di utenza marchigiano verso questa destinazione. Il Presidente Cleto Sagripanti esprime rammarico per la chiusura di questo nuovo volo e per l’opportunità persa dalla regione Marche di un collegamento diretto con la principale città industriale del nord Italia e assicura che Aerdorica ha fatto tutti gli sforzi necessari per la promozione di questo collegamento diretto con la città di Milano.

Le novità per l’estate 2011 in partenza dall’aeroporto delle Marche sono ancora numerose, infatti proprio martedì prossimo (29 marzo) presso la sala meeting dello scalo marchigiano sarà presentato un nuovo volo che permetterà ai cittadini di poter volare verso una destinazione di forte interesse sia turistico che industriale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2011 alle 14:34 sul giornale del 26 marzo 2011 - 2591 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, aeroporto, Aereoporto Raffaello Sanzio, aereoporto, Aerdorica spa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iSv


A proposito della cessazione del volo per Bergamo, mi permetto alcune considerazioni ed un consiglio:

1) Il collegamento con Bergamo è in realtà quello con Milano. Facendo un piccolo calcolo, 45min di fila, 45 di volo, 30 per recuperare il bagaglio, 45 per arrivre a Milano centro = 2,45h di viaggio su un mezzo inquinante, rumoroso e pericoloso.

2) Il vecchio Eurostar per Milano, poi soppresso, impiegava 3,45h da Ancona a Milano, con il minimo di inquinamento, quasi nessun rumore in carrozza, pericolosità quasi nulla.

Il suggerimento è questo: perché gli imprenditori marchigiani non abbandonano l'idea extra-lusso dell'aereo, e non investono nel treno? Ce ne sarebbe un immenso bisogno, e per un'enorme quantità di viaggiatori.

Marco

Non sono per nulla d'accordo con ptram sulla pericolosità del viaggio aereo. Il mondo intero sa che il mezzo aereo, checché se ne dica, è in assoluto il più sicuro. Più che d'accordo con lui invece quando ricorda che il treno impiega poco meno di quattro ore e ti porta comodamente dal centro di Ancona al centro di Milano. Ecco il vero motivo del flop del volo su Bergamo, spacciato ad arte per volo su Milano. Chi si sognerebbe mai, dovendo andare a Milano, di farsi dirottare su Bergamo per poi viaggiare per un'altra ora di tempo? Senza contare l'incognita maltempo, che può incidere molto più sul viaggio aereo che su quello ferroviario.




logoEV