Sequeri chiude il ciclo di incontri 'Quattro aperture sull'Eucaristia'

2' di lettura Ancona 27/03/2011 -

Sarà Pierangelo Sequeri a chiudere il ciclo di incontri intitolato “Quattro aperture sull’Eucaristia” che ha visto alternarsi ad Ancona i filosofi Roberto Mancini dell’Università di Macerata e Franco Riva dell’Università Cattolica di Milano e i teologi Natalino Valentini dell’Università di Urbino e Pierangelo Sequeri della Facoltà di Teologia dell’Italia Settentrionale.



Quest’ultimo svolgerà la sua riflessione su “Eucaristia e sacrificio” mercoledì 6 aprile dalle ore 15 alle ore 17 nell’aula magna dell’Istituto teologico marchigiano, che ha organizzato la rassegna insieme con l’Istituto superiore di scienze religiose di Ancona in preparazione del prossimo Congresso eucaristico nazionale in programma ad Ancona dal 3 all’11 settembre. L’appuntamento con il prof. Sequeri, docente di Teologia fondamentale alla Facoltà teologica di Milano e di Estetica del sacro all’Accademia delle Belle arti di Brera, è particolarmente atteso data la nota competenza del teologo milanese, il quale anche recentemente si è occupato del significato dell’Eucaristia come passaggio dalla logica del “sacrificare” alla logica del “sacrificarsi” nel volume Segni della destinazione. L’ethos dell’Occidente e il sacramento (Cittadella).

Ma vanno ricordate anche altre opere fondamentali come La qualità spirituale. Esperienza nella fede nel crocevia contemporaneo (Piemme), L’ombra di Pietro. Legami buoni e altre beatitudini (Vita e Pensiero) e la recentissima intervista di Isabella Guanzini dal titolo Intorno a Dio (La Scuola). “Questo dialogo a distanza tra filosofi e teologi -dice Mario Florio, preside dell’ITM- appare quanto mai fecondo, in quanto sollecita inedite aperture interdisciplinari sul tema dell’Eucaristia come impegno nel quotidiano”; in tale modo -aggiunge Giancarlo Galeazzi, direttore dell’ISSR- “si evidenzia la valenza non solo religiosa ma anche culturale e sociale dell’Eucaristia, e proprio di un umanesimo eucaristico, ha bisogno la società contemporanea per non rischiare la deriva nel narcisismo e nel cinismo, e aprirsi invece alla gratitudine e alla gratuità”. L’ingresso è libero.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2011 alle 15:52 sul giornale del 28 marzo 2011 - 4757 letture

In questo articolo si parla di cultura, Istituto Teologico Marchigiano, eucarestia, pasquale sequeri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iWa