Falconara: successo per la manifestazione 'Rugby, volano per l’etica sportiva'

rugby 4' di lettura 29/03/2011 -

Si è svolta sabato pomeriggio la manifestazione “Rugby, volano per l’etica sportiva” che ha visto una folta e divertita partecipazione di atleti, sostenitori e cittadini. Tarcisio Pacetti, vulcanico e sapiente maestro di cerimonie, ha introdotto i numerosi ospiti che hanno animato la discussione.



Il primo intervento non poteva che essere quello del primo cittadino, il Sindaco Goffredo Brandoni, che si è detto orgoglioso, da falconarese, di come la comunità locale sappia affermarsi nello sport. Ricordando la stagione della grande pallavolo ha rivolto ai presenti l’auspicio che l’energia con cui il rugby sta coinvolgendo la comunità locale porti ad una analoga brillante affermazione di questa nuova pratica sportiva. Il presidente della FIR regionale, Maurizio Longhi, ha poi ricordato i valori propri del rugby elogiando l’impegno che la società locale ha profuso fin dalle sue origini e che ha portato Falconara ad essere considerata oggi uno dei fulcri del rugby più promettenti nelle Marche.

E’ poi intervenuto il presidente della società Rugby Falconara Massimo Giacometti che ha messo in evidenza come il valore educativo e sociale del rugby sia stato il vero motivo della nascita della società sportiva e continua ad esserlo anche ora che la società ha raggiunto i 140 tesserati. L’anima del Rugby Falconara non veste tanto la maglia della prima squadra, che pur sta ottenendo sempre migliori risultati, ma quella dei giovani che si affacciano a questo sport e ne condividono i valori. Con questo spirito è nato il progetto “essere uniti per vincere insieme”, che ha preso il via nei primi mesi dell’anno grazie al sostegno del Comune di Falconara e della Provincia di Ancona e che adotta il rugby come strumento di integrazione sociale ed educazione giovanile, agendo sia nella scuola che nella “strada”, in un contesto problematico come quello dei quartieri di Fiumesino e Villanova.

L’assessore allo sport della Provincia di Ancona, Eliana Maiolini, ha parlato ancora del progetto sottolineando come sia la prima volta che la Provincia finanzia una proposta di attività integrata che proviene da una società sportiva. Questo è potuto accadere perché il progetto ha da subito colpito gli amministratori per la sua lungimiranza e per la bontà dell’idea di fondo che vede nello sport uno strumento di crescita collettiva ed una messa in pratica dei valori etici che sono alla base della convivenza democratica. L’assessore si è detta certa del successo di questa iniziativa che la Provincia intende riproporre nei prossimi anni a Falconara ed addirittura estendere come modello nel resto del territorio provinciale.

La Direttrice scolastica Michelangela Ionna, ha poi ricordato come il connubio sport e scuola si sia progressivamente costruito in questi ultimi anni per lo specifico valore educativo di questo particolare sport. E’ stata quindi la volta del priore dell’Eremo di Monte Giovo, Padre Natale Bergamini, che si è soffermato su valore del silenzio e dell’ascolto come condizione essenziale per poter comprendere gli altri così come se stessi. In questo il rugby diviene una messa i pratica di quei valori etici che soltanto nell’azione – e non nella dichiarazione d’intento – trovano la loro verità e il loro senso. Il responsabile regionale del CONI , Fabio Luna, ha sottolineato il valore dello sport nella società ricordando come, prima dell’anniversario dei 150 anni dell’unità d’Italia, proprio lo sport abbia costituito il più forte cemento di identità nazionale per tutti gli italiani.

In conclusione, Edio Costantini, ha percorso i vari temi dell’intimo rapporto che lega lo sport e la società, elencando gli scenari entro i quali lo sport – come semplice azione atletica – assume valore sociale in funzione di un valore etico che è la comunità ad attribuirgli o meno. Di qui l’evidenza di come si debba dare merito alla società sportiva Rugby Falconara se oggi parliamo del rugby come di un volano di valori etici. Questo convegno organizzato dalla nostra società sportiva ha sicuramente raggiunto l’obiettivo di far conoscere i progetti che stiamo realizzando attraverso i valori educativi del rugby. Ringraziamo Tarcisio Pacetti , i relatori e il numeroso pubblico presente per l’importante contributo offerto alla manifestazione, certi di rincontrarvi al prossimo convegno che organizzeremo in occasione dell’inaugurazione dell’impianto sportivo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2011 alle 17:00 sul giornale del 31 marzo 2011 - 792 letture

In questo articolo si parla di attualità, rugby, Rugby Falconara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/i1Q





logoEV